I cibi privi di glutine non vengono più guardati con curiosità sugli scaffali dei supermercati e non è raro trovare nei menu dei ristoranti, accanto alla descrizione delle pietanze, simboli che indichino il via libera per i celiaci. Nel mondo del gluten free arriva ora un’ulteriore novità, pronta a semplificare la vita a tutti coloro – un italiano su cento, secondo stime ormai note – che seguono per necessità questo speciale regime alimentare. Si tratta di un’applicazione per gli smarphone: Glutenfree Roads. Come suggerisce il nome, lo strumento è pensato per chi si trova in viaggio ed è alla ricerca di un posto dove mangiare che risponda alle esigenze di una dieta priva di glutine.

Argomento non nuovo per Puntarella Rossa: vi abbiamo parlato di birra gluten free, abbiamo consultato lo chef vincitore del “Trofeo di alta cucina senza glutine”, vi abbiamo raccontato la battaglia per l’uso dei ticket a favore dei celiaci non solo nelle farmacie ma anche nei supermercati. Come si usa Glutenfree Road? Come per la maggior parte delle app con le quali quotidianamente abbiamo a che fare, lo strumento è intuitivo. Si può scaricare gratuitamente nell’App Store di Google Play per Android, e nell’Apple App Store per iOS. Permette di accedere a un elenco continuamente aggiornato di ristoranti, pizzerie, bar, alberghi e punti vendita: gli indirizzi, sparsi per il mondo e suddivisi per categoria (“Mangiare”, “Viaggiare”, “Acquistare”) sono oltre 40mila. Registrandosi e creando il proprio profilo personale si può interagire con gli altri utenti, scambiando commenti e pareri sui vari locali, e pianificare il percorso del proprio viaggio attraverso la geolocalizzazione GPS.

www.puntarellarossa.it

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

BUONO! Dove mangiano i grandi cuochi

di Francesco Priano e Luca Sommi 15€ Acquista
Articolo Precedente

Lonely Planet 2014, la top ten dei viaggi più belli

next
Articolo Successivo

Sesso: lui, lei, l’altro, l’altra e l’app fedifraga

next