Proseguono le consultazioni del premier incaricato Matteo Renzi con i vari partiti rappresentati in Parlamento. Primi a salire il gruppo Gal, Grandi autonomie e libertà, la pattuglia che, nel caso decidesse di votare la fiducia al governo, potrebbe rendere ininfluente il peso del Nuovo centro destra di Angelino Alfano. Intanto prosegue il toto-ministri dove il punto di domanda più grosso è il dicastero dell’Economia, soprattutto dopo le pesanti parole di Fabrizio Barca trasmesse dalla Zanzara. Nonostante questo scossone, Renzi assicura che la lista dei ministri sarà pronta in settimana. Ospite del FattoTv Stefano Fassina, parlamentare Pd ed ex viceministro dell’Economia, che dalla manifestazione delle piccole e medie imprese si è detto pronto a dare il proprio contributo al nuovo governo. Assieme a lui Lorenzo Galeazzi (ilfattoquotidiano.it) e Stefano Feltri (Il Fatto Quotidiano)

GUARDA LA DIRETTA

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo Renzi, primo giorno di consultazioni. Alfano: “Sì senza Vendola”

next
Articolo Successivo

Sicilia, scaduti i commissari: province in mano ai dirigenti. In attesa della legge

next