“Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha condiviso l’impegno, già assunto anche dal presidente del Consiglio, a dare il massimo rilievo politico internazionale a una vicenda gestita finora dalle autorità indiane in modi contraddittori e sconcertanti“, afferma il Quirinale riferendosi alla vicenda dei marò.

La nota diffusa dal Colle spiega che il presidente della Repubblica “ha ricevuto al Quirinale la delegazione di parlamentari – guidata dai presidenti delle commissioni Affari esteri e Difesa di Senato e Camera e rappresentativa di tutte le forze politiche – che ha nei giorni scorsi effettuato una missione in India con l’obiettivo di portare un contributo alla soluzione del caso che vede coinvolti i due sottufficiali della Fanteria di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone“.

Tornerete con onore“, ha detto Napolitano in una telefonata ai due marò durante l’udienza alla delegazione parlamentare che si è recata in India, secondo quanto riferisce il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri. Mentre il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha assicurato che “proseguiranno i contatti sul piano europeo e internazionale per sensibilizzare i partner dell’Italia su una questione che vede tutta la comunità nazionale al fianco dei due marò e delle loro famiglie”.

Secondo il ministro della Difesa Mario Mauro, invece, i due “marò sono innocenti ed è giusto che ritornino a casa”. Il ministro ha parlato a margine della Conferenza sulla sicurezza a Monaco. I due militari sono bloccati in India da due anni e “dopo due anni ancora non c’è un capo d’accusa: questa è una violazione dei diritti umani, sono altri che devono dimostrare la loro colpevolezza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tagliandi Rc Auto contraffatti a Napoli e Caserta: ecco l’ultimo business dei Casalesi

next
Articolo Successivo

Carceri, due fascicoli aperti su presunte violenze a Poggioreale

next