“Se non si rispetta il copyright saltiamo tutti. Ci sono signori che non pagano nulla, impiegano pochissima gente e ci prendono in giro”. Parola di Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, durante un convegno sul copyright online nella sede dell’Anica a Roma. “Spendiamo un miliardo e 200 milioni per il palinsesto – ha detto ancora – mentre i giganti di internet non pagano un accidente: così salta il nostro modello di business, rimpiango quasi le piraterie dei guappi americani che copiavano le cassette”. Il compagno d’impresa di Silvio Berlusconi ricorda anche un aneddoto sugli inizi del Cavaliere: “Quando partì con la televisione comprò per 2 miliardi l’archivio di Goffredo Lombardo, la Titanus. A posteriori è stato un grande affare, ma a quei tempi lo schernirono: ‘è arrivato il milanese, si è preso una bufala’”. “Se non c’è una tutela della nostra attività – conclude Confalonieri – rischiamo veramente di chiudere”  di Tommaso Rodano

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Servizio pubblico, “Stato criminale”: parla Scarantino. Mulè ospite in studio

next
Articolo Successivo

Diritto d’autore o morte: è davvero tutta colpa di Internet?

next