Il ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio frantuma le speranze di molti sindaci che speravano in una tassazione immobiliare sul gioco d’azzardo. Questa imposta avrebbe dovuto sostituire la cosiddetta mini-Imu. “Dal ministero dell’Economia mi hanno confermato che non riusciamo ad applicare sulla mini-Imu questa revisione che è contabilizzata nel 2013. Però c’è l’impegno di tutto il governo a revisionare questa tassazione in maniera più equa e più conforme”. Poi Delrio fugge alla domanda del fattoquotidiano.it su un suo possibile trasferimento al Viminale, come ministro degli Interni, e parla delle dimissioni di Stefano Fassina: “Aveva già deciso prima della battuta di Matteo Renzi”  di David Marceddu

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Letta accelera su contratto di coalizione: al via consultazioni, slitta vertice italo-turco

next
Articolo Successivo

FI, Brunetta e la gaffe sulla frase di Bogart. E sulla legge elettorale: “Fare presto”

next