Il centro della protesta laziale dei ‘Forconi‘ è nell’agropontino del sud Lazio, a pochi chilometri da Roma. Qui un gruppo di agricoltori, riuniti nella sigla Cra (comitati riuniti agricoli), da anni organizzano proteste contro Equitalia e l’Inps. Lo guida Danilo Calvani, che partecipò attivamente al blocco dei Tir del 2012. La sera dell’8 dicembre i trattori sono scesi nella zona di Sezze scalo, comune dove si concentrano le principali coltivazioni di frutta e verdura del sud del Lazio. “Se voteranno la fiducia al governo – promette Calvani – invaderemo Roma“. Gli organizzatori chiedono le dimissioni del governo e promettono di non fermarsi  di Andrea Palladino

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Forconi, in Veneto tir e trattori bloccano la circolazione: “A casa tutti i politici”

next
Articolo Successivo

Torino, poliziotti dopo scontri si tolgono i caschi: la gente in piazza applaude

next