Rubrica mensile che nasce per mettere in risalto l’immagine con la quale fumettisti, cantautori, scrittori e artisti in generale hanno scelto di rappresentare la figura del migrante, tra immagini, musica e parole.

Oggi pubblichiamo il commento di Serena Dandini, famosa autrice e conduttrice televisiva intervistata a Bruxelles durante la prima data europea del tour internazionale di Ferite a morte: il progetto teatrale sul femminicidio e la violenza sulle donne da lei scritto e diretto.  

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eutanasia, estensione ai minori: coro di no. Unica eccezione i Radicali

next
Articolo Successivo

Disabilità: apre a Roma la Casa del Sole, modello di assistenza sociale partecipata

next