Alberto Bagnai introduce il suo intervento, sottolineando: “Non tutti i politici italiani sono incompetenti, Fassina non lo è per esempio”. E boccia la proposta di Grillo sull’Iva, precisando che si tratta di una imposta regressiva che danneggia i centi più poveri. “Sa cosa diceva Mandel?” – continua l’economista – “Se c’è un problema e se c’è rigidità del cambio, dobbiamo abbassare i salari. Ecco perché c’è una diseguaglianza, e c’è una intera fascia di popolazione che si chiede come si può votare certi partiti che hanno portato a questa situazione sull’euro. E l’onorevole Fassina lo sa perfettamente. Auspico che queste parole di verità vengano ascoltate”. E aggiunge: “I problemi iniziano 5 ani prima che noi mettiamo l’euro in tasca”. Bagnai denuncia che l’emigrazione non è una soluzione positiva: “C’è un’intera fascia di popolazione che si chiede come fa a votare che hanno accettato di aderire ad un sistema monetario in cui quando c’è uno shock ricade sul mondo del lavoro”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Bechis: “La retorica di Monti”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Fassina boccia Beppe Grillo

next