In questi giorni è scoppiata una polemica su Giulia Innocenzi: ha rimediato una bocciatura alla prova scritta dell’ultima sessione per l’esame da giornalista professionista. Il web si è diviso tra i difensori della Innocenzi e i famosi haters, così come tra i sostenitori dell’utilità dell’Ordine dei giornalisti e coloro che lo ritengono un inutile e dispendioso orpello. Io, a quell’esame, c’ero.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vespa, il libro che minaccia le foreste

prev
Articolo Successivo

Carlo Conti, il gregario di successo

next