Obiettivo voto anticipato per Pdl e Movimento 5 StelleVittorio Feltri propone un’alleanza tra Beppe Grillo e Silvio Berlusconi contro l’euro: si tratta di fantapolitica oppure come sostiene Feltri esiste già un asse politico tra Berlusconi e Grillo che punta a far cadere il governo Letta per tornare presto alle urne? E che effetti avrebbe una tornata elettorale anticipata, non tanto sulle vicende interne ai partiti ma per l’economia e lo stato di salute del Paese? Ed ancora: andare alle elezioni con il Porcellum sarebbe una soluzione o un modo di soffiare sul fuoco dell’Italia e dei suoi problemi?

“Votare oh oh”, è il titolo della quinta puntata di Servizio Pubblico, il programma di Michele Santoro in onda giovedì 24 ottobre, alle 21.10, su La7  alle 21.10 e in streaming su live.la7.it, www.serviziopubblico.it e www.ilfattoquotidiano.it. Ospiti in studio il ministro della Difesa Mario Mauro, il senatore del Pdl Francesco Nitto Palma, Maurizio Belpietro, direttore di Libero, Enrico Mentana, direttore del Tg La7 e in collegamento da New York, Federico Rampini, giornalista di Repubblica. E ci sarà anche l’ex iena Pif.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, “Votare oh oh”. Riguarda tutti i video della sesta puntata

prev
Articolo Successivo

Populismo: cari politici, imparate il senso delle parole che pronunciate

next