Francesco Citro ha 31 anni, originario di Salerno e di madre cilentana, è ingegnere strutturista ed ora vive e lavora in Oklahoma negli Stati Uniti. Fernando Parata ha 32 anni, proviene da Tricase nel Salento e fa l’ingegnere meccanico a Poole, in Inghilterra. Due meridionali all’estero. Due storie di cervelli in fuga. Due carriere professionali decollate lontano dall’Italia. Due ragazzi che però non hanno dimenticato il loro Paese. E che hanno fortemente voluto inventare qualcosa per qualificare la loro ‘terra’ di origine. Lo hanno fatto con Creative Olive, l’iniziativa che si terrà a San Mauro Cilento dal 26 al 28 luglio.

Un nome che è anche un omaggio al piccolo centro cilentano, noto come ‘il paese dell’olio’ e che, grazie all’idea e all’impegno dei due ‘emigranti’ momentaneamente di ritorno, e da altri ragazzi in gamba come Anna Chiara Bersani, Andrea Montefusco e Tiziano La Selva, verrà invaso per tre giorni da giovani artisti e designer con esperienze alla Biennale di Venezia, esposizioni a New York e Londra, e da scultori, pittori, movie makers, pianisti e fotografi, in un mix di arte mediterranea ed estera, tra concerti al tramonto, conferenze sull’ambiente e sulle energie rinnovabili, workshop, dibattiti sui temi dello sviluppo sostenibile. Tanti gli obiettivi di medio e lungo periodo annunciati sul sito per trasformare il paese del Cilento in un museo permanente a cielo aperto e in un luogo di sperimentazione di arte, cultura e marketing sull’hotel management, creare sinergie tra artisti e gli artigiani e gli imprenditori locali, nazionali ed esteri. Per costruire – parole degli organizzatori – un “esperimento social”.

Tra le chicche in calendario: la conferenza di Antonio Cucco Fiore, che dopo anni trascorsi a Londra a macinare guadagni nella finanza si è trasferito a Gravina di Puglia per investire nelle tradizioni della sua campagna di origine, ed ora commercia all’estero latticini di produzione propria; il concerto di Alberto Pizzo, pianista napoletano di fama internazionale affezionato ai luoghi di San Mauro Cilento. E ancora l’incontro con Carmine Amato, un giovane ingegnere di Castellabate (Salerno), vincitore di diversi premi internazionali e  tra i maggiori esperti in microeolico, titolare di un’azienda che ha commesse negli Usa e in Cina. Questo appuntamento si svolgerà eccezionalmente fuori da San Mauro Cilento, poco distante, su una spiaggia ad Acciaroli, col pubblico seduto in acqua. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spagna, indignati contro il ristorante ‘mafioso’. Ecco chi ci salva l’onore

next
Articolo Successivo

Informatico frontaliero in Svizzera: “Qui pago volentieri le tasse, in Italia no”

next