Il ministro per l’integrazione Cècile Kyenge insieme al sindaco di Torino, Piero Fassino (Pd), hanno consegnato ieri pomeriggio a Torino la cittadinanza onoraria a circa 800 bambini nati nei primi sei mesi del 2013 da genitori stranieri. “I migranti e gli italiani hanno capito che non è più il tempo della contrapposizione nè possiamo perdere tempo con una guerra tra poveri, ma è arrivato il momento di costruire insieme un’Italia migliore” ha dichiarato la Kyenge che al suo arrivo è stata contestata da una ventina di militanti di Fratelli d’Italia che protestavano contro lo ius soli. Di fronte alle numerose famiglie che sono invece accorse per ricevere la cittadinanza onoraria per i propri figli il sindaco di Torino Piero Fassino si è augurato che che il governo possa varare presto una legge adeguata sulle nuove cittadinanze  di Simone Bauducco

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Libia, la pena di morte per una vignetta

prev
Articolo Successivo

Immigrazione: sono quasi in Africa

next