Sono stati rinviati a giudizio in 25 per gli scontri a Roma del 14 dicembre 2010 in occasione del voto di fiducia alle Camere (il governo Berlusconi rischiò di cadere, ma fu salvato dai “responsabili”). Il processo inizierà il 16 novembre. Il centro di Roma fu messo a ferro e fuoco con scene di vera guerriglia urbana. 

Il rinvio a giudizio dei 25 è stato disposto dal gip di Roma accogliendo le richieste del pm Luca Tescaroli. Tra loro l’ex consigliere comunale di Roma Nunzio D’Erme, l’esponente di Action Bartolo Mancuso, nonché Manuel De Santis, quest’ultimo già condannato a 3 anni di reclusione per aver colpito alla testa con un casco un minorenne. L’elenco degli imputati comprende anche appartenenti ad ambienti “no global”. I reati contestati, a seconda delle singole posizioni, sono di deturpamento ed imbrattamento di cose altrui, resistenza aggravata a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, danneggiamento seguito da incendio, travisamento in occasione di manifestazioni pubbliche, promozione di riunione in luogo pubblico non preavvisata. Gli scontri furono scanditi dal lancio di sampietrini, bombe carta, fumogeni, ordigni esplosivi.

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Processo Cucchi: agenti assolti, pene sospese per i medici. Rivolta in aula

next
Articolo Successivo

Lotta alla mafia, la retorica e la grammatica

next