E’ di tre morti, due donne e un uomo, il bilancio del crollo di un balcone nella serata di ieri durante la processione per i festeggiamenti del patrono di Portici, nel napoletano. Diciassette in tutto i feriti, due dei quali, i più gravi, in prognosi riservata.

Erano passate da poco le 20.30 quando la base del balcone in pietra lavica si è abbattuta sul cuore del corteo in onore di San Ciro. Alla tradizionale manifestazione religiosa stava prendendo parte anche l’arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe. All’improvviso si è sentito come un boato: quattro persone, due uomini e due donne che si trovavano sul balcone, sono precipitate sulla folla da un palazzo antico. Due delle quattro persone sono praticamente morte sul colpo. E due ore più tardi una terza persona è morta in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.

La processione è stata immediatamente interrotta mentre decine di persone fuggivano senza aver capito cosa realmente fosse accaduto. I soccorsi sono stati immediati: la polizia, infatti, con gli agenti del commissariato di Portici stava seguendo il corteo come avviene per ogni manifestazione pubblica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Addio a Giovanni Antonetti: se si suicida un ragazzo che amava la politica

next
Articolo Successivo

Letta per la prima volta a Milano da premier: “Expo 2015 priorità del governo”

next