Un’edizione straordinaria della “Scuola di Altra Amministrazione” all’interno della Festa dei Comuni Virtuosi.

Il tema sarà “La comunità inclusiva e sostenibile“, per questo alla Scuola sfileranno amministrazioni virtuose che si sono cimentate in azioni che dimostrano quanto sia possibile governare comunità locali aperte e inclusive, con buon senso e sobrietà, efficacia e sostenibilità.

Racconteremo l’esperienza del Comune di Novellara, città di 14.000 abitanti in provincia Reggio Emilia che ha saputo costruire cantieri dell’integrazione nella quotidianità, con una percentuale di cittadini stranieri residenti del 17%. Andremo alla scoperta del caso Mezzago, 4.200 abitanti in provincia di Monza Brianza, una comunità impegnata a valorizzare il territorio mettendo al centro sobrietà e qualità della vita.

Scopriremo come un comune può tagliare drasticamente la bolletta energetica con un mix di fonti rinnovabili ed efficienza, Montechiarugolo (10.500 abitanti in provincia di Parma).

Per partecipare è necessario iscriversi, la quota è € 50,00 a persona. 

Scarica il programma definitivo: Programma Cervi

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Viterbo, allarme arsenico nell’acqua: “Abbiamo paura per i nostri figli”

prev
Articolo Successivo

Ambiente e territorio. Se sei di ostacolo allo sviluppo ti ammazziamo

next