“Liste pulite, fuori gli indagati”. Armati di pane e Nutella, i Giovani padani hanno accolto oggi il segretario del Pd Pierluigi Bersani, a Milano per un incontro sull’Expo con il candidato del centrosinistra in Lombardia Umberto Ambrosoli. Al centro del blitz, la polemica sui nuovi indagati nell’inchiesta sui rimborsi regionali, che dopo Lega e Pdl vede coinvolti anche consiglieri di Pd, Idv, Sel e Udc. In particolare, l’idea di offrire a Bersani alcune confezioni di Nutella, “pagate da noi”, specificano i leghisti, chiama in causa un acquisto rimborsato al Pd Carlo Spreafico. Capitanati dai consiglieri comunali del Carroccio Igor Iezzi e Alessandro Morelli, i Giovani padani hanno prima regalato pane e Nutella ai passanti in piazza San Babila, dirigendosi poi verso il circolo della stampa dove era atteso il leader dei democratici. Bersani non ha risposto alla provocazione. “Perché non gli regalate i diamanti”, ribatte invece una candidata lombarda del Pd, ricordando il caso Belsito

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giovanardi chi?

next
Articolo Successivo

Par condicio, Berlusconi: “Il confronto tv? Solo a due”. E lui tra questi

next