L’allenatore della Juventus Antonio Conte e il presidente del Siena, Massimo Mezzaroma, saranno interrogati dalla procura federale della Federazione italiana gioco calcio il prossimo 13 luglio. Le loro testimonianze verranno vagliate, per carpire ulteriori elementi riguardo il filone di Cremona sull’inchiesta “Calcio scommesse. Il trainer della Juve sarà ascoltato come ex tecnico del Siena. Infatti Conte è stato tirato in ballo dalle parole del suo ex giocatore Filippo Carobbio, che ha citato Conte come uno dei presunti partecipanti alle combine ai tempi del Siena. In particolare c’è una partita incriminata, la trasferta con il Novara giocata il 30 aprile 2011. L’iscrizione nel registro degli indagati per il ct campione d’Italia risale al 3 maggio scorso, in compagnia dei nazionali Leonardo Bonucci e Domenico Criscito, con l’accusa per Conte di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. I pm del capoluogo lombardo in un primo tempo avevano detto di non essere interessati a sentire Conte, ma oggi ci hanno ripensato.

Già a maggio però gli avvocati di Conte si erano comunque presentati al cospetto del pm di Cremona Di Martino, rilasciando una dichiarazione distensiva. “C’è un grande rispetto per il lavoro della Procura e una grande sintonia”. Il 28 maggio scorso la casa dell’allenatore era stata oggetto di una perquisizione. Anche il suo ex presidente Mezzaroma aveva ricevuto la stessa “visita”. Lui è finito sotto inchiesta per almeno 7 sospette partite quando il Siena era in B. A tirare in mezzo il presidente Mezzaroma è stato Carlo Gervasoni. Agli investigatori questi ha parlato di essere venuto a conoscenza tramite il gruppo degli “Zingari“, che il presidente avrebbe pagato due giocatori di un’altra squadra.

Intanto la Procura Figc ha definito il calendario delle nuove audizioni e il 7 luglio verrà ascoltato Marco Turati (calciatore svincolato), il 9 luglio saranno sentiti Esmael Angelo Junior Da Costa (calciatore Sampdoria) e Paolo Acerbis (calciatore svincolato) e il 10 luglio Filippo Carobbio (calciatore Siena). Quattro gli interrogatori in programma l’11 luglio: Roberto Bagalini (associato A.I.A), Stefano Bagalini (calciatore Fermana), Ferdinando Coppola (calciatore Milan) e Daniele Sebastiani (presidente Delfino Pescara), mentre il 13 luglio sarà ascoltato anche Piero Camilli (presidente Grosseto).

Questo il calendario completo delle audizioni sui filoni di Bari, Napoli e Cremona: 5 luglio – Gianfranco Parlato (tecnico), Federico Cossato (ex calciatore), Michele Cossato (ex calciatore), Morgan De Sanctis (calciatore Napoli), Silvio Giusti (tecnico); Biagio Pagano (calciatore della Nocerina), Eugenio Vincenti (Osservatore del Livorno). 6 luglio: Matteo Gianello (calciatore Villafranca Veronese), Walter Mazzarri (tecnico Napoli), Gianluca Grava (calciatore Napoli), Paolo Cannavaro (calciatore Napoli), Giuseppe Mascara (calciatore Novara). 7 luglio: Marco Turati (calciatore svincolato) 9 luglio: Giuseppe Santorum, Fabio Quagliarella (calciatore Juventus), Federico Piovaccari (calciatore Sampdoria), Luca Ariatti (calciatore Pescara), Esmael Angelo Junior Da Costa (calciatore Sampdoria), Paolo Acerbis (calciatore svincolato). 10 luglio: Filippo Carobbio (calciatore Siena). 11 luglio: Roberto Bagalini (associato Aia), Stefano Bagalini (calciatore Fermana), Ferdinando Coppola (calciatore Milan), Daniele Sebastiani (presidente Delfino Pescara). 13 luglio: Massimo Mezzaroma (presidente Siena), Piero Camilli (presidente Grosseto), Antonio Conte (tecnico Juventus).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

(N)Euro 2012 – Il meglio, ma soprattutto il peggio del torneo di Polonia e Ucraina

next
Articolo Successivo

L’allarme della Fifa: “Preoccupante abuso di farmaci nel calcio. Salute a rischio”

next