“Chi mi etichetta come il corvo del Vaticano, sappia che sarà querelato”. Il banchiere Ettore Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior, risponde così ai microfoni di Tmnews su chi ipotizza che sia stato lui a passare notizie riservate del Vaticano. Poi aggiunge: “Non commento niente, lascio che i giornali con le notizie fatte uscire dagli altri si commentino da soli, poi – continua – io lo farò al momento opportuno. Adesso no, la prego di capirlo”. L’ex presidente è stato sfiduciato all’unanimità dal Consiglio di Sovrintendenza, appena prima che potesse presentare egli stesso le sue dimissioni. Il Consiglio ha giustificato la scelta parlando di “insoddisfacente gestione”, ma dietro sembra ci sia il contrasto tra il banchiere e il Vaticano nato sull’applicazione della legge sulla trasparenza e il riciclaggio e sull’operazione San Raffaele

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Finlandia, 18enne spara sulla folla: 2 morti e 7 feriti. Forse per una partita di baseball

prev
Articolo Successivo

Brindisi, non è il momento di tacere

next