Una quindicina di manifestanti è entrata nella sede del Corriere della Sera in via Solferino a Milano. I giovani, appartenenti a gruppi no-tav, hanno esposto degli striscioni e distribuito volantini. Sul posto la polizia ha inviato alcune volanti. Una parte dei manifestanti ha saltato i tornelli che regolano gli accessi alla sede del quotidiano milanese e sono saliti al primo piano, dove si trovano gli uffici del direttore, Ferruccio De Bortoli, e dei vicedirettori. L’azione si è conclusa in pochi minuti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roberto Libertà, terzogenito della stirpe Bossi: “Viviamo in questo paese di merda”

next
Articolo Successivo

Monsignor Domenico Calcagno da Savona: il cardinale con la passione per le armi

next