L'iPad su una pila di giornaliQuanto pensiero contiene un iPad, quanta intelligenza trasmette un iPhone? Dipenderà sempre dall’utilizzatore: strumenti che facilitano la comunicazione e la propagazione delle idee (o solo delle parole) non contengono in sé e comunicano il genio di un artista, permettono solo una moltiplicazione fittizia del tempo e delle possibilità, uno scorrere continuo e precipitoso attraverso le azioni sempre più scandite e precipitose che possiamo compiere: nulla di paragonabile al tempo lento immoto e ricchissimo di un libro che restituisce la mente di chi lo ha composto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘Ricucire l’Italia’: in ventimila a Milano
Dario Fo: “Tutti dobbiamo darci da fare”

next
Articolo Successivo

Hungry e foolish? In Italia forse è meglio di no

next