“Il contrasto tra Berlusconi e Fini? Preoccupante e inquietante, anche per le sorti della democrazia del nostro paese”. Il presidente della Regione siciliana e leader del Mpa, Raffaele Lombardo, oggi alla festa dell’Autonomia a Catania va in soccorso del presidente della Camera. “E’ incredibile e intollerabile – continua Lombardo – che si aggredisca chi non la pensi come noi attraverso un massiccio attacco quotidiano da parte della stampa e delle televisioni. Il dissenso va rispettato e quando serve bisogna tenerne conto. Il metodo Boffo – osserva ancora il numero uno del Mpa – appartiene a paesi come Bielorussia e Libia, non a quelli democratici come l’Italia è e vuole restare”.

Poi Lombardo analizza il discorso di Fini andato in onda ieri via web sull’affaire Montecarlo: “Da Gianfranco Fini ieri sono arrivate parole scrupolose e coscienziose. Fini ha detto che lascia la presidenza della Camera dei deputati, pur non essendoci una sua responsabilità, se la ricostruzione dei giornali sulla casa di Montecarlo risultasse vera. Uno scrupolo – continua Lombardo – e una coscienziosità come quella del presidente della Camera non sono facili da reperire”.

Ma il presidente della Regione Sicilia, forte anche del fatto che può contare su 5 deputati alla Camera, ci tiene a tenere sulla graticola il Cavaliere soprattutto dopo aver ricevuto l’appoggio dei finiani per il suo quarto governo regionale, che oltre all’appoggio di Futuro e Libertà ha avuto anche quello del Pd ma anche dell’Udc, almeno quella che si richiama a Casini. “Il nostro appoggio al governo Berlusconi? Dipende dai programmi, ma – ha concluso Lombardo – soprattutto dalla loro credibilità e dagli impegni che il governo avrà per il Sud”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

San Gianfrancesco può ammansire i caimani?

next
Articolo Successivo

Grillo: “Noi siamo vivi, siamo i veri rivoluzionari”

next