/ / di

Daniele Pitteri Daniele Pitteri

Daniele Pitteri

Esperto di comunicazione e di industrie culturali

Sono nato nel 1960 e sono un uomo fortunato, perché ho sempre fatto e continuo a fare quello che mi piace.

Mi sono laureato a Venezia in Linguistica generale e sin dai primi anni Ottanta, mi sono occupato di eventi culturali, di comunicazione e di industrie creative, lavorando per alcune fra le più importanti istituzioni culturali, oltre che per grandi gruppi industriali ed enti pubblici.

Insegno alla Federico II di Napoli, allo Iulm di Milano e in vari master.

Ho collaborato con numerose testate giornalistiche e ho scritto diversi libri, fra cui Polaroid dal pianeta terra (Liguori, 1999), Pubblicità in Italia (Laterza 2002 e 2006), L’intensità e la distrazione (Franco Angeli, 2006), Democrazia elettronica (Laterza 2007).

Vivo a Napoli con la mia famiglia e a tempo perso faccio il dj.

www.danielepitteri.it

www.mohma.it

www.heilab.it

Blog di Daniele Pitteri

- 3 aprile 2014

Quelli che il futuro II – Non solo crowdfunding: l’editoria partecipata

L’ultima idea ce l’hanno fatta conoscere ieri: sostenere i nuovi romanzi attraverso una forma di crowdfunding che potremmo chiamare partecipativa e proattiva. In pratica ogni mese sul sito www.bookabook.it saranno presentati tre inediti, con ampie anteprime gratuite che i lettori potranno leggere, valutare, eventualmente sostenere con un contributo minimo di 3 euro e che soprattutto, […]
Mafie - 6 marzo 2014

Pompei: non ci resta che distruggerla

Più che un post, questa è una petizione, non di firme, ma di grida di tutti coloro che vogliono smetterla di vivere in questo eterno presente nostalgico, eppure incapace di vera nostalgia, che è il nostro Paese. Distruggiamo Pompei. Perché penso sia più dignitoso progettare la sua scomparsa piuttosto che lasciarla marcire all’incuria e alle […]
Cultura - 29 novembre 2013

Quelli che il futuro – ‘L’arte della felicità’

C’è un piccolo film in circolazione che è un piccolo miracolo. Perché è bello ed è costato molto poco rispetto agli standard del genere e perché ci parla del futuro attraverso la storia che racconta e che parla di cose che ci riguardano tutti, ma anche perché è già un pezzo di futuro, per come […]
Società - 26 novembre 2013

‘Friuli Future Forum’: come diventeremo? Ecco la mappa

A Udine da un mese e mezzo è in corso il ‘Future Forum, Essere nuovi/Be New‘, un’occasione per capire, assieme a esperti e visionari (persone che hanno una visione) che vengono da tutto il mondo, cosa potremmo aspettarci fra una decina d’anni ma, soprattutto, come potremmo far sì che il nostro futuro non sia proprio […]
Società - 15 giugno 2013

Riusciremo a cambiare questo paese con la rabbia?

È sempre bello vedere migliaia di persone percorse da un’onda emotiva forte che le porta a esplodere un grido liberatorio e collettivo: “People have the power” cantano le persone. “People have the power”, canta Patti Smith, la poetessa punk new wave. Un grido che è rivolta, che evoca la rivolta, che esprime la voglia di […]
Media & Regime - 30 aprile 2013

Governo Letta, regolamentazione dei media: ancora una volta non se ne farà nulla

Ancora una volta non se ne farà nulla! È questo quello che viene da pensare guardando la composizione del nuovo governo. Della regolamentazione delle tv, dico e, più in generale, dei giornali e del mondo dei media, internet incluso. Non parlo del conflitto d’interessi, che è un problema, ma non il cuore della questione quando […]
Media & Regime - 29 marzo 2013

Internet garantisce davvero la democrazia?

Sono almeno 20 anni che si discute sulla democraticità o meno di Internet e più in generale delle nuove tecnologie. Diciamo soltanto che fra i due estremi, quello di una visione che dà origine a scenari iperpartecipativi di democrazia diretta e quello in stile orwelliano di un grande fratello controllore assoluto, esistono una varietà di […]
Elezioni 2013 - 26 febbraio 2013

Elezioni 2013: cultura, questa sconosciuta

È stata una campagna elettorale poverissima di tematiche politiche. Si è parlato di tasse e si è parlato di mandare tutti a casa. Si sono sentite quantità senza precedenti di promesse, balle, ingiurie, razzismi, proposte bizzarre. Non una sola parola di politica. Soprattutto, non una parola sulle politiche culturali, che capisco che qui da noi […]
Società - 25 gennaio 2013

Combattere l’arretratezza dando valore alle zone rurali e alle periferie

Dobbiamo far sì che la permanenza o il ritorno nella propria comunità d’origine rappresenti un valore per i giovani delle zone rurali e delle periferie urbane, non il marchio di un fallimento. Se riuscissimo a fare questo, avremmo più possibilità di tornare ad essere un grande Paese, uno di quelli che trasforma ogni briciola della […]
Economia & Lobby - 3 dicembre 2012

Perché in Italia la cultura è ridotta così male?

È ridotta così male perché da quasi quarant’anni, in pratica da quando esistono a Roma un Ministero e nelle città un assessorato espressamente dedicati, la cultura è progressivamente scomparsa dalla vita quotidiana ed è rimasta confinata a lato di essa (nella scuola, dove comunque è vissuta dagli studenti in maniera ostativa, rientrando nella sfera dell’“obbligo”) […]
“Indagine sul Ventennio”: Deaglio svela il pasticciaccio brutto di Silvio Berlusconi
Enrico Fontanelli degli Offlaga Disco Pax morto, a dominare è un triste silenzio

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×