Max Verstappen ha vinto il Gran Premio della Malesia di Formula 1. Il pilota della Red Bull ha preceduto la Mercedes di Lewis Hamilton e il compagno di squadra Daniel Ricciardo. Gran gara di Sebastian Vettel, partito ultimo e risalito fino al quarto posto, ai piedi del podio. Non è neanche iniziata invece la corsa dell’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, costretto a ritirarsi per un problema tecnico avuto subito prima della partenza. In classifica mondiale aumenta il divario tra Hamilton e Vettel: il britannico sale a 281 punti, il tedesco avanza a 247, a 34 lunghezze di distanza.

“La gara era lunga, siamo rimasti un po’ bloccati all’inizio, Alonso aveva la scia ed è stato piuttosto complicato superarlo, ho avuto dei problemi di aderenza in quella fase della gara, poi la macchina è stata veloce. Sono contento del risultato ma ovviamente sarebbe stato bello finire sul podio”. E’ l’analisi di Vettel, al termine del gran premio in cui ha rimontato ben 16 posizioni. “Avevo delle buone sensazioni in macchina, quando avevo bisogno di spingere per cercare di tirare fuori qualcosa in più dal motore il problema era che ero troppo lontano, ho avuto una mezza opportunità”, ha aggiunto il tedesco in merito al tentativo di sorpassare anche Ricciardo.

Per le rosse è stato un week-end sfortunato, con Vettel bloccato da un problema in qualifica costretto a partire dall’ultimo posto in griglia e Raikkonen fermato in partenza. “Credo che la macchina sia stata molto positiva riguardo alla velocità, un peccato che Kimi non abbia potuto correre oggi, quindi non è stato un grande risultato. E’ la prima volta che abbiamo avuto dei problemi, di solito le cose ci vanno bene ed è dura accettarlo“, ha concluso Vettel.

Per Verstappen, 20 anni compiuti sabato, si tratta della seconda vittoria in carriera. Quinto posto per Valtteri Bottas con l’altra Mercedes. Il prossimo appuntamento di Formula 1 è in programma tra una sola settimana, in Giappone, sul circuito di Suzuka.