“Spero non verremo a sapere che lei ha un conto offshore alle Bahamas”, aveva sibilato mercoledì Marine Le Pen in faccia a Emmanuel Macron durante il dibattito in diretta tv sfociato in una rissa verbale tra i candidati alle presidenziali francesi. Oggi arriva la risposta del candidato di En Marche!, che ha sporto denuncia contro la leader del Front National accusandola di “falso” e di “diffusione di notizie false destinate ad avere conseguenze sull’esito del voto”. La procura di Parigi ha aperto un’indagine preliminare e affidato l’inchiesta alla BRDP (Brigade de répression de la délinquance contre la personne). La giornata dell’esponente della destra xenofoba è continuata fra le contestazioni: al suo arrivo in Bretagna, un gruppo di manifestanti le ha lanciato delle uova, al grido di “fuori i fascisti”.

Questa mattina Le Pen ha riconosciuto di “non avere prove” della sua insinuazione. Ma non ha ritenuto sconveniente porre ugualmente la domanda al suo sfidante. Quando, alla fine di un dibattito dai toni particolarmente accesi, Macron ha accusato il Front National di essere il “partito degli affari”, Le Pen ha replicato: “Spero non verremo a sapere che lei ha un conto offshore alle Bahamas”. Il candidato di ‘En Marche!‘ ha smentito e questa mattina su France Inter ha dichiarato: “Sono quelle che noi chiamiamo fake news, e la signora Le Pen le lancia, mentre dietro di lei le truppe di internet si mettono in azione”. “Tutto ciò è completamente falso”, ha aggiunto, “mi dispiace che il dibattito abbia toccato livelli così bassi”.

Il confronto in effetti è stato uno scontro verbale che nemmeno i due moderatori, Christophe Jakubyszyn e Nathalie Saint-Cricq, sono riusciti a riportare all’ordine. Un reciproco scambio di accuse lanciate da un capo all’altro del tavolo: Macron taccia la sfidante di “dire molte bugie”, ma per la sua avversaria i suoi sono “argomenti vergognosi”. La tensione è aumentata sulla delicata questione del terrorismo islamico: la leader del FN ha accusato l’avversario di essere “compiacente con gli integralisti islamici”, che, ha contrattaccato: “Ciò che vogliono i terroristi è la guerra civile che lei porta nel Paese”. Secondo i sondaggisti, alla fine a convincere di più è stato il candidato di En Marche!: i dati raccolti da Elabe per BFMTV vedono Macron in testa con il 63% dei consensi, contro il 34% della rivale.

Oggi Le Pen aveva in programma una visita all’azienda di trasporti Guisnel  Dol-de-Bretagne, ma appena scesa dalla macchina un gruppo di manifestanti l’ha duramente contestata lanciandole delle uova: “Lei non ha nulla da fare qui, signora”, hanno gridato. Protetta dal servizio d’ordine, è riuscita a mettersi subito al riparo entrando nello stabilimento.