‘”Io credo che l’incitamento alla violenza sia venuto dal voto del parlamento e vorrei che non si sottovalutasse quello che è accaduto oggi nell’aula del Senato“. Così il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio ha commentato a Otto e mezzo (La7) il voto che ha salvato il parlamentare di Forza Italia, Augusto Minzolini, dalla decadenza, nonostante la legge Severino . “Il voto che ha salvato Minzolini è un atto eversivo. È un colpo di stato. Il parlamento prima approva una legge, e poi quegli stessi partiti la calpestano platealmente mettendosi d’accordo tra maggioranza e opposizione. Questo significa – continua Travaglio – che stanno rivendicando il fatto di essere al di sopra delle leggi, in uno scambio di favori con Forza Italia che ieri ha salvato Luca Lotti. Questa è una provocazione di una classe politica completamente accecata dal terrore delle indagini. Mi auguro – conclude Travaglio – che i cittadini siano molto più responsabili della loro classe politica”.