“Scopa nuova, scopa bene”. Con queste parole Silvio Berlusconi appoggiava la candidatura a governatore dell’Umbria di Claudio Ricci. Era il maggio 2015 e l’allora sindaco di Assisi si preparava a sfidare il Partito Democratico in una delle regioni più ‘rosse’ d’Italia, forte dell’appoggio di tutti i partiti della destra: Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e anche Ncd. Simbolo di quell’alleanza ancora oggi irrealizzata a livello nazionale, la sua corsa si fermò al 39,27% dei voti, non abbastanza per avere la presidenza. Da consigliere regionale, popolarità e fama di Ricci sono diminuite, almeno fino all’ultimo post pubblicato su Facebook, in cui l’ingegnere civile si è occupato di avvistamenti di alieni.

“Esistono un milione di rapporti, nel mondo, su avvistamenti di Ufo: 200.000 sono molto attendibili. Nel 2017-2020 l’annuncio dei Governi? Prepariamoci a questa evoluzione cosmica ed etico tecnologica”, scrive Ricci sul suo profilo. Poi aggiunge: “Siamo vicini al contatto, ci sono molti segnali”. Un post al quale hanno subito fatto seguito numerosi commenti. “Mi sono solo limitato a dare dati di pubblica conoscenza ed ognuno poi è libero di interpretare queste situazioni nel modo che ritiene più adeguato” ha spiegato Ricci all’Ansa. “Scientificamente – ha ribadito – si è cominciato a prendere atto di questo fenomeno, con fonti istituzionali, militari e governative che oggi affrontano il problema e quindi non si può più far finta che il tema sia inseribile nelle stranezze di qualche appassionato di settore”.

Per il consigliere “è in atto un’evoluzione in materia Ufo e il post si riferiva a questo”. “Mi limito sempre a riportare da ingegnere – ha spiegato ancora Ricci – dati di cui ho documentazione tecnica e visto che questo è un argomento che mi interessa, come tanti altri di cui mi occupo, anche questa volta ho voluto farlo”. “Pure nelle recenti elezioni degli Stati Uniti – ha concluso – i candidati hanno detto molto su questo tema, basandosi su documenti ufficiali, per non parlare anche della Santa Sede che dal 2009 si è espressa sulla questione in maniera molto più ampia ed aperta”. Intanto nei commenti sotto il post in molti hanno ironizzato. “Spero che potranno votarti alle prossime elezioni”, ha scritto un utente, mentre un altro ha aggiunto: “Aiutiamoli nei pianeti loro”.