“Razzisti, sessisti, xenofobi e islamofobi. Sono dei miserabili“. Le offese, poi la retromarcia. Hillary Clinton chiede scusa per le parole con cui ha definito metà dei sostenitori di Donald Trump. “Ieri sera – afferma in una nota – sono stata troppo generica. E mi dispiace di avere detto metà dei supporter, è stato sbagliato”. La candidata ribadisce però come sia deplorevole che Trump si avvalga anche dell’appoggio di elementi della destra estrema, coloro a cui voleva riferirsi nel suo intervento di fronte alla comunità Lgbt di New York.

In giornata il candidato repubblicano alla Casa Bianca aveva risposto alle parole della Clinton su Twitter. “E’ stata così offensiva con i suoi insulti ai miei supporter, milioni di persone e di lavoratori meravigliosi. Penso che le costerà molto alla urne“. Entrambi i candidati si sono presentati a Ground Zero in occasione delle commemorazioni per il quindicesimo anniversario dell’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001.