Cal Crutchlow vince il Gp della Repubblica Ceca, undicesimo appuntamento stagionale della MotoGp. Il pilota britannico taglia il traguardo per primo sulla pista bagnata dalla pioggia di Brno e si impone davanti alla Yamaha di Valentino Rossi, autore di una grande rimonta – il pilota di Tavullia era partito dal sesto posto – dopo essere scivolato al dodicesimo posto a causa delle condizioni meteo avverse. Terzo lo spagnolo Marc Marquez su Honda. Risultato negativo per Jorge Lorenzo e Andrea Iannone, arrivati rispettivamente al diciassettesimo e ottavo posto. A sorpresa quarta posizione per il francese Loris Baz su Ducati e lo spagnolo Hector Barbera sempre su Ducati quinto. Sesto posto per l’irlandese Eugene Laverty, settimo Daniele Petrucci ancora su una moto di Borgo Panigale. Soltanto ottavo Andrea Iannone su Ducati ufficiale, penalizzato da problemi alle gomme. Chiudono la top ten gli spagnoli Maverick Vinales su Suzuki e Tito Rabat su Honda. Nella classifica generale piloti primo posto per Marquez (197 punti), con Rossi (144) che supera Lorenzo (138) e conquista la seconda piazza.

Crutchlow: “Sensazione più bella dopo nascita di mio figlio” “Questa vittoria è la seconda più grande emozione della mia vita” ha commentato l’inglese dopo la gara. “Sono contento per il mio team che ha lavorato sodo. Ho preso un azzardo, ma per quanto mi riguarda non capisco perché se scegli una gomma dura non scegli anche l’altra. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, avevo una moto fantastica. Ieri i meccanici hanno lavorato fino a mezzanotte ed è stato un modo per ripagarli”, ha concluso il pilota della Honda.

Rossi: “E’ stata dura, ma abbiamo fatto ottimo lavoro” – “All’inizio ero disperato perché pensavo avessimo commesso un errore (nella scelta delle gomme, ndr), poi giro dopo giro la moto andava sempre meglio”. Così il pilota della Yamaha ha commentato il secondo posto ottenuto sul tracciato di Brno. “E’ stato difficile, ho dovuto tenere alta la concentrazione, poi sono ripartito dalla dodicesima posizione e alla fine ho guadagnato comunque 20 punti in classifica. Abbiamo fatto la scelta giusta” ha aggiunto il Dottore.

Marquez: “La nostra strategia era sbagliata” – “Avevo scelto le gomme soft per spingere dall’inizio ma dopo pochi giri ho dovuto gestire perché sapevo che altri avevano le dure. Ho perso 4 punti da Valentino, ma ho aumentato il vantaggio su Lorenzo e va bene così”.