Da martedì gli addetti ai lavori non parlano d’altro: Crozza trasloca da La7 a Discovery. Bene, bravo, bis. Bene per Discovery, bene per Crozza. Ma siamo sicuri che la bomba della presentazione dei palinsesti dovesse essere solo questa? No, perché circolano voci secondo le quali doveva essere annunciato l’approdo in casa Discovery di un altro grande nome dello spettacolo, Sabrina Ferilli. Pare che l’attrice romana, che in tv ormai fa solo il giudice ad Amici per amicizia (appunto) nei confronti di Maria De Filippi, fosse stata convinta da Davide Maggio (titolare di uno dei blog sulla tv più autorevoli d’Italia ma anche produttore di format televisivi con la sua MediaMai) a condurre sulle reti Discovery “Le vite degli altri”, bel programma già andato in onda qualche anno fa su La7, condotto da Angela Rafanelli. MediaMai e Toro Produzioni, dunque, avrebbero dovuto confezionare un gioiellino niente male, da affidare nelle sapienti mani di Sabrina Ferilli. Il condizionale è d’obbligo, ma sul serio, visto che quello che sembrava un progetto già approvato e schedulato per la prossima stagione, adesso è una gran bella idea messa in freezer, in attesa di tempi migliori.

Strano, perché se una realtà in crescita ma non certo mainstream come Discovery ha la possibilità di lanciare un programma con un personaggio così popolare come Sabrina Ferilli, questa messa in stand by non ha molto senso. A meno che non c’entri Beppe Caschetto, potentissimo manager di star televisive tra cui Maurizio Crozza e da poco, appunto, Sabrina Ferilli. Caschetto, che a La7 ha sempre piazzato la parte più radical chic dei propri clienti (Crozza, Bignardi, Fazio e Saviano ai tempi di Quello che (non) ho), è uno che fiuta il vento meglio di chiunque altro e si è accorto che le potenzialità di crescita di Discovery sono sterminate. Ecco, allora, che non c’è solo il passaggio di Crozza in ballo. Assieme al comico genovese, magari piano piano e a scaglioni, dovrebbero arrivare anche altri nomi della scuderia. E la Ferilli? Ecco, Sabrina non è certo un nomignolo da piazzare in sordina e allora Caschetto potrebbe aver pensato sia meglio congelare il progetto “Le vite degli altri”, concentrarsi almeno fino ai primi mesi del 2017 sul progetto Crozza e poi si vedrà. Anche perché la Ferilli avrebbe potuto rubare più di qualche riflettore all’annuncio di quello che al momento è il colpo televisivo dell’anno. A quanto sappiamo, le riprese de Le vite degli altri ora sono fissate per il 2017, con una messa in onda che giocoforza slitta alla stagione successiva. Sempre ammesso che alla fine il programma si faccia davvero. E a quanto pare le probabilità sono sempre più scarse.