Sono due gli scialpinisti che questa mattina hanno perso la vita sotto una valanga che si è staccata nei pressi del Rifugio degli Angeli, sul Ruitor, in Valgrisenche (Aosta). Le operazioni, condotte dal Soccorso alpino valdostano e dalla guardia di finanza di Entreves, hanno permesso di estrarre i corpi delle vittime a 3.300 metri di quota e di riportarli a valle.

La notizia arriva a poco più di 24 ore dalla morte di Estelle Balet, snowboarder di 21 anni e campionessa mondiale di freeride, travolta da una slavina mentre era impegnata nelle riprese di un film sulle Alpi svizzere. Sempre in Valgrisenche, a 3.300 metri, il 18 aprile aveva perso la vita una donna francese. Era in compagnia della guida alpina Alexis Mallon, di Sallanches (Alta Savoia), che ha riferito: “È stato un incidente, non posso dire altro”. I due sono stati travolti dalla neve, ma mentre la donna è finita in un crepaccio, dove è morta, l’uomo è riuscito a riemergere in poco tempo.