Su Sky Atlantic torna la quarta stagione di House of Cards con nuovo capitolo che vede il Presidente uscente e la First Lady non più coppia affiatata ma protagonista di uno scontro aspro quanto calcolatore. Ecco una guida in dieci punti su tutto quello che c’è da sapere sul political drama più amato (e spietato) del piccolo schermo. Da poco archiviato il Super Tuesday, super martedì nel quale una grande percentuale dell’elettorato americano è chiamata alle primarie indette da democratici e repubblicani per decretare il candidato che rappresenterà i rispettivi partiti alle elezioni di novembre – quando Barack Obama dovrà cedere lo Studio Ovale, verosimilmente, al suo ex Segretario di Stato, Hillary Clinton o al miliardario pistolero Donald Trump – è arrivato il momento di concentrarci su un’altra campagna elettorale, quella per la rielezione di Frank Underwood (Kevin Spacey) alla Casa Bianca. La terza stagione della serie, ideata da Beau Willimon e adattamento della miniserie BBC del 1990 tratta dall’omonimo romanzo di Michael Dobbs, ha visto l’ex deputato del Partito Democratico, divenuto Presidente degli Stati Uniti a suon di inganni, alleanze e una considerevole scia di sangue, ricandidarsi alla presidenza dopo un primo mandato deludente. Un terzo capitolo che, attraverso la figura del Presidente/squalo, tutto stratagemmi, cinismo e accordi vantaggiosi, ha mostrato il valzer delle alleanze, la crisi economica, l’ostruzionismo delle leggi al Congresso o le relazioni, romanzate, di politica estera tra Stati Uniti e Russia (con tanto di cameo delle Pussy Riot), a dimostrazione di come gli autori giochino con i rimandi alla politica reale, in linea con l’impronta narrativa degli altri political drama che si spartiscono l’attenzione del pubblico tra i vari network e servizi di streaming online. Già rilasciata da qualche giorno su Netflix, la quarta stagione, arriva ora anche su Sky Atlantic, per svelare al pubblico gli aspri risvolti scaturiti all’indomani della decisione della First Lady di abbandonare le stanze presidenziali nel bel mezzo della nuova campagna elettorale organizzata per permettere al marito di restare al comando degli Stati Uniti. Con un primo episodio che mantiene intatte le atmosfere noir dei capitoli precedenti, svelando o annunciando con astuzia dettagli e personaggi che ricopriranno ruoli chiave nel corso delle successive puntate, ecco una guida in dieci punti sulle novità legate alla quarta stagione.