A quasi un anno dalla scomparsa, Pino Daniele è uno dei personaggi più cercati dagli italiani. Lo conferma Google che ha pubblicato i dati sulle ricerche più frequenti nel 2015. Il cantautore napoletano, stroncato da un infarto il 4 gennaio 2015, è infatti primo nella classifica sia tra le parole emergenti che tra i personaggi emergenti. Per queste due categorie si tiene conto di quelle ricerche che hanno registrato il maggiore incremento su Google rispetto l’anno precedente.

Per quanto riguarda le parole emergenti, Pino Daniele ha staccato i due reality “Grande Fratello” e “L’isola dei famosi” e Parigi. E’ probabile che la capitale francese sia così indietro dato che è tornata di attualità dopo gli attentati del 13 novembre, a 2015 quasi concluso. Seguono in classifica Sanremo 2015, il film “50 sfumature di grigio” e Miss Italia. Chiudono la top ten ExpoCharlie Hebdo e Valentino Rossi.

Nella classifica dei personaggi emergenti Pino Daniele ha battuto proprio il Dottore, protagonista del Motomondiale e soprattutto delle polemiche con Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Terza posizione, invece, per Sergio Mattarella, il 12° presidente della Repubblica eletto il 3 febbraio scorso. Seguono in classifica altri due volti noti scomparsi nel 2015: l’attrice Laura Antonelli e la giornalista del Tg2 Maria Grazia Capulli. Sesta posizione per l’attore porno Rocco Siffredi, la cui notorietà è salita grazie alla partecipazione all’Isola del Famosi. Chiudono la classifica Monica Scattini, anche lei attrice scomparsa quest’anno, l’attore Gabrile Garko, Alice Sabatini, vincitrice di Miss Italia, l’ex campione di atletica, Pietro Mennea, scomparso due anni fa ma a cui quest’anno è stata dedicata un fiction.

Ma oltre ai personaggi e alle parole, Google è molto utilizzato per comprendere il significato di alcuni concetti. Le parole più cercate per questo categoria sono stati gender e transgender, poi Isis Charlie Hebdo. Al quinto posto c’è la richiesta di chiarimento su una questione fiscale: codice tributo 3918 che si riferisce agli immobili diversi da prime e seconde abitazioni come uffici e capannoni. Sesta posizione per il titolo del film Suburra, che deriva da latino sub-urbe. Settima e nona posizione per due neologismi anglosassoni: Tbt e Bae. Mentre all’ottavo c’è Grexit. Chiude la classifica Giubileo.