Finalmente è arrivato il giorno della finale di X Factor. Leggete questo incipit come meglio credete, con felicità, se avete seguito appassionatamente il talent di Sky, perché stasera si saprà chi ha vinto, e con felicità, se avete seguito vostro malgrado la ridda di chiacchiere che intorno al talent di Sky si sono fatte nelle ultime settimane, voi lì disinteressati a seguirlo, perché almeno da domani si torna a parlare d’altro, tipo Amici o The Voice.

Sia come sia, stasera al Mediolanum Forum di Assago andrà di scena la finale di X Factor, e tra qualche ora sapremo se, come gira insistentemente voce, gli Urban Strangers saranno i campioni di questa nona edizione. Nona edizione che ha segnato l’ingresso delle band, appunto, sezione affidata a Fedez e nella quale si sono messi i due ragazzini campani. Una band che, a dirla tutta, avrebbe potuto gareggiare anche negli anni passati, perché di duo vocale si tratta, ma non stiamo qui a sottilizzare.

La probabile vittoria degli Urban Strangers sarebbe per Fedez un gran colpo, vincitore per il secondo anno consecutivo come in passato era capitato solo a Morgan. Morgan, la sua assenza quest’anno si è fatta sentire, tantissimo. Se l’anno scorso i suoi scontri col rapper milanese erano stati il sale della trasmissione, quest’anno, sul fronte giudici, tutto è apparso piatto, grigio, senza vita. Poi, a sentire quel che ha dichiarato Skin, ultima arrivata in casa Fremantle, le cose sono state meno piatte di quanto non ci siano arrivate, con Mika a fare il puparo e Fedez a fargli da sodale, con continui scambi di favori e una strategia comune che, evidentemente, ha avvantaggiato il secondo sul primo. A subire tuto questo, stando a Skin, la calva cantante e noi, costretti a sorbirci un programma piuttosto noioso.

Morgan, con la sua assenza, è comunque rimasto nell’aria, praticamente mai evocato dai suoi ex colleghi, ma sicuramente evocato, tra maledizioni e imprecazioni, tra quanti hanno seguito la trasmissione da casa. Diversa la faccenda per Mara Maionchi, uscita dalla porta e lì, alla finestra, nella vetrina di Xtra Factor. I suoi Mara Dixit, voce di popolo, sono stata la sola parentesi gradevole da seguire, come la presenza degli Iron Mais, insieme a Sara Loreni, la cantautrice di Parma che ha rinunciato a un posto durante le selezioni, tra le poche apparizioni interessanti sul fronte musicale.

Stasera il palco vedrà in gara quattro concorrenti, Enrica, delle Under Donne capitanate da Skin, gli Urban Strangers, delle band capitanate da Fedez, dati per vincitori, e gli Uomini di Elio, rispettivamente Giosada, bello e talentuoso, e Davide, il rapper e soulman espatriato a Londra. I quattro inediti che da settimana scorsa imperversano in vetta alla classifica i iTunes singoli, sembrano fatti apposta per evidenziare le caratteristiche che i concorrenti hanno evidenziato durante il programma. Gli Urban Stranger hanno sfornato un brano che mescola voci cantate e rappato, il tutto colorato con suoni contemporanei. Il nulla colorato con colori sgargianti. Davide, il più bravo della covata, presenta un brano che potrebbe andar bene in un club londinese dedito alla black e al dubstep, non da noi. Ricercato. Enrica, con il brano scritto da Skin, ci regala una canzoncina col ritornello che spacca, ma non stiamo a specificare cosa. Giosada, invece, gioca a fare il cantautore folk d’altri tempi, portando una canzone pesante e poco godibile. Con loro ospiti di prima grandezza, i Coldplay, appena usciti col loro nuovo album A Head Full of Dreams, e Cesare Cremonini.

Quindi l’appuntamento è per questa sera, in prima serata. Verso mezzanotte gli Urban Strangers verranno dichiarati vincitori, giusto in tempo, domani, per depositare un brano in SIAE e finire nel cast del prossimo Sanremo, seguendo le orme di Fragola. Loro, forti dell’esperienza non entusiasmante di Fragola, passato dalla Newtopia di Fedez e J-Ax per poi finire a parlar male del suo ex giudice in ogni intervista (ma Fragola è fatto così, che gli vogliamo dire), hanno già detto che non intendono lavorare col rapper una volta terminata l’esperienza del talent. Ognuno per la sua strada, ché le idee chiare in testa ce le hanno già.

Diversa la faccenda per Enrica, che in finale porta come detto un brano di Skin e che, dicono i ben informati, potrebbe continuare a collaborare con la cantante inglese anche sul fronte discografico. Del resto, Skin, sul cui italiano si è a lungo scherzato sui social, e che in qualche modo è stato il solo intermezzo tra uno sbadiglio e l’altro, viene data già in procinto di abbandonare lo show, pronta tornare in scena coi suoi Skunk Anansie, già stasera durante la finale, sorte del resto che toccherà anche a Elio, con i suoi compari delle Storie Tese e al duo Fedez/ Mika, probabilmente nudi sul palco, stando a quanto avevano promesso durante la semifinale (se avessero superato il milione di visualizzazioni in un giorno si sarebbero esibiti senza veli, e così è stato).
Morgan, per la cronaca, è dato in gara proprio al Festival, coi suoi Bluvertigo, e quasi per certo tra i giudici del nuovo The Voice. A furia di evocarlo è praticamente lì per ritornare. Forse dovremmo cominciare a applicarci per evocare ritorni più sostanziosi, chissà.