Vittima della plateale sfuriata del tecnico José Mourinho, che l’aveva clamorosamente mandata a quel paese durante la partita contro lo Swansea, Eva Carneiro, medico del Chelsea, ha affidato a facebook la sua replica.
“Vorrei ringraziare il pubblico per il loro grandissimo sostegno. Davvero molto apprezzato”, ha scritto Carneiro, tornando sulla vicenda che ha fatto scalpore sui social network.

I would like to thank the general public for their overwhelming support. Really very much appreciated.

Posted by Eva Carneiro on Domenica 9 agosto 2015

Voluta e portata a Londra dallo Special Two, cioè l’ex assistente Mourinho (e successore sulla panchina dei blues) André Villas Boas, la Carneiro era da marzo che non aggiornava il suo profilo, e poche ore fa ha scritto un post senza citare l’accaduto né il nome del tecnico portoghese. L’ex mister del triplete nerazzurro non aveva autorizzato l’intervento in campo per soccorrere il belga Hazard, rimasto a terra, della dottoressa e l’aveva criticata perché i Blues, già in 10 per via dell’espulsione di Courtois, erano così stati costretti a giocare temporaneamente in 9 contro 11. E a fine della partita Lo Special One aveva rincarato: “Non era nulla di grave, ma l’intervento dei nostri medici ha costretto Hazard ad uscire dal campo e ci siamo ritrovati in nove contro undici. In panchina anche lo staff medico deve essere sveglio”.

L’allenatore di Setubal aveva ufficializzato pochi giorni fa il prolungamento del contratto con i londinesi fino al 2019Mourinho, tornato ad allenare a Stamford Bridge nell’estate 2013 e che quest’anno dovrà difendere il titolo d’Inghilterra conquistato la scorsa stagione, aveva spiegato così la decisione: “Quando sono tornato qui due anni fa avevo detto che tra me e il Chelsea c’era un feeling speciale. Da allora non è cambiato niente. Questa è la squadra del mio cuore e sono davvero felice di sapere che starò qui ancora a lungo”.