Higuain? C’è un malinteso con i media. Chi sostiene che partirà forse è pagato per farlo. Ha tre anni di contratto“. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis non usa giri di parole e ribadisce la ferma volontà di non mettere sul mercato l’attaccante argentino, sul quale nelle ultime settimane si sono scatenate le voci più disparate. “Abbiamo avuto dei contatti con il fratello e il padre perché volevano conoscere i piani con il nuovo tecnico – precisa il patron del Napoli ai microfoni di Sky -. Ci siamo trovati a Venezia e abbiamo anche ipotizzato il prolungamento. Io ho proposto due anni, loro hanno proposto un anno, ma non abbiamo stabilito nulla perché non c’è fretta. Abbiamo altri tre anni oltre a rispetto e amicizia con tutti”.

Parole decisamente meno morbide nei confronti dell’agente di Gabbiadini, Silvio Pagliari, che in settimana aveva tuonato contro l’utilizzo col contagocce dell’attaccante nelle amichevoli estive, paventando anche un possibile addio: “Non sono sorpreso dalle sue parole – commenta De Laurentiis -. Si parla troppo nel calcio. Pagliari non voleva che il giocatore iniziasse subito il ritiro, ma Sarri lo ha voluto conoscere tramite una preparazione accurata e lo sta dosando per preservarne la forma. E’ per questo che resta fuori. Pagliari ha voluto mandare un messaggio dall’esterno ma lascia il tempo che trova. I procuratori lo sanno che devono stare zitti. Noi che siamo gli arbitri non abbiamo voluto neanche sanzionare questa sua entrata a gamba tesa. Afferma cose che parlandone sono meno forti del silenzio stesso”.