Oltre 4mila abbonamenti in sole 77 ore: il nuovo Parma calcio raggiunge il primo obiettivo della società rifondata dopo il crac e intanto batte il record assoluto di abbonamenti nella categoria Dilettanti quando ancora la campagna deve chiudere ufficialmente. L’ultima squadra a vantare tante sottoscrizioni era stato il Siena un anno fa con 3.774 abbonamenti.

L’entusiasmante risposta del pubblico ha fatto sì che sia già andata esaurita, solo on line (www.noisiamoparma.it), l’offerta da 25 euro per la Curva Nord. Le restanti potranno essere sottoscritte solo da martedì 4 agosto nelle tradizionali forme, alle postazioni attrezzate del Tardini e agli sportelli Cariparma di Parma e Provincia, beneficiando dello stesso trattamento. Al momento la capienza della Curva Nord è stata aumentata a 5mila posti.

I quadri tecnici del club ducale, ribattezzato Parma Calcio 1913, sono stati presentati alla stampa il 28 luglio scorso. Nella nuova società, presieduta da Nevio Scala, c’è tanto del Parma che negli anni Novanta raggiunse i massimi livelli europei: panchina affidata a Luigi Apolloni, Lorenzo Minotti responsabile area tecnica, Fausto Pizzi a capo del settore giovanile. Nel ruolo di direttore sportivo, Andrea Galassi. “E’ un ritorno a casa, Parma è la mia seconda casa”, ha spiegato nella conferenza stampa Minotti, in campo con i ducali dal 1987 al 1996. “E’ un grande onore e un motivo di orgoglio essere stato scelto. Sapevo che sarei tornato, anche se non sapevo quando, per il legame e l’affetto che mi uniscono a questa città e al Parma Calcio. Amiamo tantissimo questa squadra e questa città, non possiamo deludere queste persone. Ci mettiamo tutti in gioco. I giocatori che verranno a Parma oltre ad essere di un certo livello dovranno avere una certa mentalità, volere fortemente questo progetto. Dovranno capire che prenderemo la rincorsa per vivere un’avventura meravigliosa”.