“Non riesco più a tenerlo solo per me, voglio condividerlo con voi, perché noi da sempre siamo così: SIMILI. Questo è il titolo del mio nuovo album“. Così Laura Pausini ha stupito i suoi fan di tutto il mondo, attraverso il canale social con il quale si tiene sempre in contatto con loro. E non è finita qui, perché la cantante internazionale ha aggiunto: “Ve lo dico tutto d’un fiato, a più di un anno di distanza: GIUGNO 2016#PAUSINISTADI“.

La Pausini torna quindi finalmente in Italia – “la sua terra, dal nord al centro sud” – dopo aver girato il mondo dagli Stati Uniti all’Australia, passando per la Russia, la sua adorata America Latina e ovviamente l’Europa. E dà appuntamento ai suoi fan:”Il 4 Giugno a Milano, l’11 Giugno a Roma, il 18 Giugno a Bari“. L’appuntamento era previsto con il Tg1 delle 20.00 di giovedì 14 maggio, ma la popstar non ce l’ha fatta a trattenersi e ha spiegato il titolo del nuovo progetto discografico, che uscirà in autunno: “SIMILI, perché è quello che siamo, perché esprime esattamente quello che sento quando penso a noi. Uguali e differenti, uniti dagli stessi sogni, le stesse paure, le stesse emozioni. SIMILI come le impronte digitali: uguali e diverse. In cerca di altri noi per diventare una storia”.

Attualmente la Pausini è impegnata come coach nell’edizione spagnola di The Voice e parteciperà anche come giudice nella prima edizione di La Banda, il nuovo talent di Simon Cowell: artisti solisti che possono esplodere quando si uniscono in un unico gruppo. E sulla cantante Cowell aveva dichiarato: “Sono assolutamente felice che Laura si unisca a La Banda nella giuria. È una grande star internazionale e credo che lei abbia sia l’esperienza che la passione per giudicare il talento e aiutare i fan a decidere quale sarà il prossima supergruppo Latino”.

I fan della Pausini hanno già iniziato quindi il conto alla rovescia, pur dovendo attendere più di un anno per gli stadi. Ma saranno sicuramente in molti a rispondere all’appello della cantante: “Sarà il nostro appuntamento. IO CI SARÒ. Ho creduto in un sogno, e non ho mai smesso!”