Venti gol in un tempo, dodici in meno di cinque minuti. E la promozione del Sammichele in Serie A/2 diventa un giallo. Tocca questa volta al futsal, il calcio a cinque ‘cugino’ dell’undici contro undici, finire nell’occhio del ciclone e nel mirino della Procura Federale. Proteste sul web e accuse pesanti arrivano sul tavolo degli investigatori della Federcalcio, attivati da un esposto del Cisternino e dalla stessa Divisione Calcio a cinque della Figc che ha trasmesso gli atti al pool guidato da Stefano Palazzi. I fatti: nel girone F della Serie B la promozione si decide nell’ultima giornata, sabato 4 aprile. A contendersela solo due squadre pugliesi, Cisternino e Sammichele. La tempesta perfetta è già apparecchiata. Brindisini e baresi sono entrambi a quota 52 punti, pari anche negli scontri diretti e nella differenza reti negli scontri diretti. Il regolamento prevede che, in caso di successo di entrambe, la promossa in seconda serie verrà decisa basandosi sulla differenza totale di reti fatte e subite. Il Cisternino parte avvantaggiato, avendo uno scarto maggiore di 4 gol. Bisogna innanzitutto vincere, però. Ai giallorossi della Valle d’Itria riesce sul campo del Fata Morgana, squadra reggina già salva da tempo. Chiudono il primo tempo sul 6-1, mentre il Sammichele, impegnato a Crotone contro una formazione ancora in lotta per non retrocedere, è avanti 5-3 a metà partita. In quel momento la differenza reti tra le due squadre è salita a +7. E qui inizia la parte contestata dal Cisternino, che martedì ha presentato un esposto alla Procura Federale “affinché possa, sulla base dei fatti rappresentati, fare luce e chiarezza sull’andamento della gara svoltasi in data 4 aprile 2015 tra A.S. Kroton e Polisportiva Sammichele”.

Perché nel secondo tempo i baresi segnano 20 gol in 20 minuti. “Ben 12 negli ultimi 4 minuti e 49 secondi”, denuncia la società brindisina. Un’accusa supportata anche da una registrazione audio mandata in onda durante la trasmissione Secondo Palo dell’emittente calabrese Sud Tv. Proprio quei cinque minuti scarsi prima del fischio finale, ma non solo, secondo il Cisternino, sono stati farseschi per una serie di motivi. La salvezza del Crotone dipendeva dal risultato del Melito, ultimo in classifica. Quando è terminata la partita dei calabresi, sconfitti a Mola, il Crotone era matematicamente salvo. E da quel momento – stando alle accuse – il Sammichele avrebbe iniziato a dilagare fino a chiudere con un successo per 25-3. Più 22 gol, sufficienti a ribaltare la differenza reti generale rispetto al Cisternino, vittorioso a Reggio per 12-2. Cosa è successo in quei cinque minuti? Come ha fatto il Sammichele, che mai aveva segnato più di 11 gol in una partita durante la stagione, a realizzarne ben 20 in un solo tempo? “Abbiamo giocato con il portiere di movimento un intero match dai valori tecnici profondamente diversi. E sapevamo che l’unico modo per provare a ribaltare la differenza reti era attaccare sistematicamente. Nulla di strano”, spiega la società barese a ilfattoquotidiano.it.

Ma dalla sponda opposta – dove vige il silenzio stampa – filtrano altri particolari che alimentano il giallo. La tv locale che solitamente riprende le partite dell’A.S. Kroton pare che non abbia a disposizione la partita integrale, il live streaming trasmesso sul sito del Sammichele si è interrotto a sette minuti dal termine (“Non è un servizio obbligatorio ed è noto che anche in altre occasioni ci sono stati problemi considerando che viene utilizzata la connessione da cellulare mobile”, ribatte il club barese) e continuano a non essere disponibili anche gli highlights del match. L’esposto presentato dal legale del Cisternino, Antonio Satalino, è ora sul tavolo della Procura, e anche la Divisione Calcio a 5 ha annunciato la trasmissione degli atti per le “valutazioni di competenza” che dovrebbero arrivare in una decina di giorni. E il mondo del futsal si è mobilitato in rete lanciando l’hashtag #supportfutsalcisternino. Venerdì entrambe le squadre tornano in campo per la Final Eight di Coppa Italia a Zanè, in provincia di Vicenza. La prima partita? Cisternino-Sammichele.

Twitter: @AndreaTundo1