Sul percorso di riforme il presidente del Consiglio Matteo Renzi incontrando gli studenti della Luiss a Roma: “Trovo avvilente che non si ricordi una cosa banale: in un sistema chi è stato legittimato a decidere non è un dittatore, anzi se non lo fa siamo davanti al tradimento della democrazia. Vorrei togliermi un sassolino riguardo a coloro che parlano tutti i giorni di deriva autoritaria delle riforme – ha detto il presidente del Consiglio – deriva autoritaria è il nome della pigrizia di chi lo dice”, Renzi rivendica la bontà del sistema elettorale, l’Italicum e agli studenti lancia una scommessa: “Se ci rivediamo tra cinque anni vedrete che la legge elettorale sarà stata copiata da mezza Europa”  di Manolo Lanaro