Instancabile come solo lei sa essere, Veronica Louise Ciccone in arte Madonna è da giorni in giro per il mondo a promuovere Rebel Heart, il suo ultimo disco. E visto che la promozione è un duro lavoro ma bisogna pur farlo, Nostra Signora del Pop è sbarcata nientemeno che da Fabio Fazio, ospite di Che tempo che fa. Un colpaccio innegabile, per il salotto buono della televisione italiana. Un’ospitata già registrata la settimana scorsa e che andrà in onda stasera, dopo sette giorni di rumors e anticipazioni.

L’attesa è più che comprensibile: prendete il conduttore più politically correct dell’universo, abbinatelo alla regina della provocazione, a una delle star più bizzose di sempre, obbligateli a stare assieme una mezzora, shakerate bene e versate. Il risultato, a quanto pare, è di quelli a metà strada tra l’evento televisivo e il disagio più totale.

Tutto top secret fino a stasera, ovviamente, ma qualcosa è filtrato e quello che si sa è che Fazio ne è uscito con le ossa rotte. Pare che Madonna non abbia gradito qualche interruzione di troppo (“Sto parlando io”, avrebbe sibilato la popstar) e alla fine abbia detto a Fazio quello che tutti gli ospiti di Che tempo che fa avrebbero voluto dire ma non hanno avuto mai il coraggio: “Quale sarebbe la domanda?”. Ma in fondo a Fazio va bene così: nulla che Luciana Littizzetto non abbia già fatto centinaia di volte. E alla fine della fiera, al conduttore ligure resta uno scoop notevole e una medaglietta non di poco conto da appuntare sul bavero.

Qualche ora dopo aver registrato l’ospitata a Che tempo che fa, miss Ciccone era volata a Parigi per continuare il tour della Madonna pellegrina. Ospite de Le Grand Journal su Canal+, la cantante italoamericana è stata accolta come un capo di Stato e più che di musica si è parlato di grandi temi di politica internazionale. Roba da schiantarsi dal ridere, se non fosse che Nostra Signora del body sgambatissimo si prende maledettamente sul serio e nel ruolo dell’opinion leader globale ci sguazza anzicheno. Isis, Marine Le Pen, Charlie Hebdo, Obama: in quasi cinquanta minuti Madonna ha detto più cose che Ban Ki-Moon negli ultimi cinque anni. Un paio di volte si è degnata persino di cantare, come hobby collaterale rispetto al ruolo predominante di leader mondiale

. E pensare che l’intervista non era cominciata proprio benissimo: il giornalista francese aveva esordito accennando alla rovinosa caduta dal palco e lei lo ha subito fulminato, mettendo in chiaro chi comanda (“Andremo avanti tutta la sera su questo argomento”).

Ma puoi darti un tono quanto vuoi, alla fine esce fuori la vera Madonna: bagordi e champagne a fiumi nella notte parigina, accompagnata dal rapper e produttore Diplo, bello come il sole e di vent’anni più giovane. Perché l’orologio biologico di miss Ciccone è fermo da tempo e lei non ha alcuna intenzione di cambiare le batterie. Cade, si rialza, stona, vende dischi, maltratta Fabio Fazio, fa vedere le chiappe ai Grammy, parla di Isis e Charlie Hebdo. Tutto con lo stesso piglio da virago insaziabile. Che poi, ci piaccia o no, forse è l’unica donna al mondo a potersi permettere di fare ciò che vuole.