Il tasso di disoccupazione rallenta ma nei settori innovativi mancano professionisti. Lavori che sono appassionanti, ben retribuiti e richiedono impegno. D’altra parte se fai un mestiere che ti piace in maniera pazzesca impegnarsi è più facile.
Nel 2015 ad Alcatraz abbiamo organizzato una serie di percorsi formativi. Forse puoi trovare qui un mestiere che ti sta a pennello.

Nota bene: in collaborazione con gli amici che animano il Comitato Nobel per i Disabili abbiamo privilegiato attività che non richiedono particolari abilità fisiche. Ad esempio, un mestiere molto ricercato e ottimamente pagato che abbiamo scartato quasi subito è il lottatore con i coccodrilli a mani nude. Sinceramente avevamo anche dei problemi con la dieta dei coccodrilli umbri.

Partecipa alla rivoluzione del web diventando Guru comunicativo. Internet ha solo cominciato a cambiare il mondo. Abbiamo avuto un assaggio del futuro e già la nostra vita è cambiata radicalmente. Fare musica, libri, media, pubblicità e impresa sono attività rovesciate come calzini. Ma ancora pochi hanno iniziato a utilizzare veramente la rete. Il clik true (clik giusto) è uno sconosciuto. Le professionalità che la rete sta creando sono molte, i potenziali posti di lavoro anche. E sicuramente c’è bisogno urgente di persone che facciano da tramite tra i meccanismi della rete e il mondo degli imprenditori e dei creativi. Ormai i meccanismi sono talmente complessi ed evoluti che solo una persona che ha dedicato tempo a studiarli poi riesce a maneggiarli. Il ritardo digitale italiano dipende in gran parte dalla convinzione diffusa che per capire internet basti leggere un paio di articoli…

Il nostro progetto prevede molteplici iniziative in questo settore, ad esempio abbiamo tenuto un corso gratuito rivolto ad associazioni e cooperative solidali sulla comunicazione in rete.
Ora ripartiamo con un corso base, un livello di alfabetizzazione indispensabile per chi voglia intraprendere questa attività utilizzando la possibilità mai esistita prima di indirizzare un messaggio alle persone che desiderano riceverlo. Questo corso, executive master in digital marketing, che organizziamo in collaborazione con Altura Educational, è pensato per fornire la conoscenza e la padronanza delle più moderne ed efficaci piattaforme di marketing digitale e di capire le dinamiche di reportistica e analisi. Partecipando si ha l’occasione di essere preparati da docenti qualificati (Google Regional Trainer) e di  ricevere il supporto al conseguimento della certificazione di Google adWords Professional.

Il fatto che il corso permetta di ottenere una certificazione che sia riconosciuta da Google è essenziale perché, per poter viaggiare in modo professionale nel sistema Google, come nei sistemi analoghi, serve qualche cosa di simile a una patente di guida. Chi non ha questa patente può andare solo in bicicletta. Se sei interessato a partecipare scrivici o telefonaci subito, il primo incontro inizia il 6 febbraio 2015 (qui tutte le info).

Se di web esperti ne abbiamo bisogno minimo centomila, di facilitatori del benessere ce ne servono un milione: a breve inizierà il secondo ciclo di lezioni (200 ore). L’idea della nostra Scuola di Naturopatia Complementare è che c’è un grande lavoro da fare nel settore del benessere. Il nostro sistema sanitario non spreca denaro solo perché pagano troppo le siringhe. Nelle università di medicina si insegnano una serie di attività che darebbero beneficio ai malati ma l’organizzazione della sanità non se ne occupa. Se si investisse di più in terapie di supporto elementari si otterrebbe una sanità migliore e contemporaneamente una drastica diminuzione dei costi. Anche in Italia ci sono molte esperienze che confermano questa idea, ma l’offerta è ancora minima. I nostri corsi, offrono la possibilità di impegnarsi in attività molto diverse: massaggio, rieducazione posturale, pratiche anti stress, pet terapy e arte terapia in tutte le sue forme.
Ma non vogliamo solo formare professionisti. Il nostro desiderio è quello di offrire i benefici delle terapie complementari a sempre più persone diffondendo l’idea che questa è la direzione nella quale la sanità italiana va riformata. È un modo di condurre le battaglie dal basso che abbiamo sperimentato con successo con il parto dolce e la comicoterapia.

A furia di parlarne, di formare persone, di far conoscere le esperienze un piccolo gruppo disomogeneo è riuscito a cambiare le cose…e ci abbiamo impiegato solo una decina di anni…

L’animatore veloce e l’appista sono due professionisti che collaborando creano applicazioni per smartphone. Qui la domanda potenziale del mercato è più modesta ma comunque molto appetibile. È più facile trovare uno che ti ferra il cavallo in modo decente che beccare chi ti sa mettere un’app su iTunes.

Se poi andiamo a vedere quanti realizzano app prive di senso logico e convenienza commerciale c’è da aver paura. Abbiamo realizzato un corso di 200 ore, disponibile gratuitamente in rete che spiega come realizzare animazioni vettoriali a una velocità inimmaginabile 5 anni fa e infilarle dentro app che funzionino. Sono contemporaneamente disponibili i video di una serie di laboratori creativi che possono essere di ispirazione sui metodi di lavoro.

Ora stiamo per dare alla luce la prima app e stiamo progettando una serie di lavori collettivi che realizzeremo con gli allievi del corso e con chi vorrà sperimentarsi. Non ci sono spese per partecipare. In compenso suppongo che guadagneremo cifre da capogiro che divideremo fraternamente.

Mannaggia lo spazio è finito. Se vuoi sapere di più su altri percorsi formativi e laboratori via web clicca qui e qui.

Un’altra buona notizia è anche che, per la maggior parte del nostri percorsi formativi,  sono disponibili borse di studio.