Scontri a San Siro tra i tifosi di Milan e Ajax prima della partita di Champions League in programma stasera. Tre ultras olandesi sono stati accoltellati rispettivamente all’addome, al gluteo e alla coscia in piazzale Lotto e nelle vie vicine. La quarta persona colpita da un fendente è un ambulante che si è trovato in mezzo ai tafferugli. Anche lui è stato ferito ad una coscia e gli operatori del 118 lo hanno medicato sul posto. A loro si aggiungono altri due tifosi dell’Ajax colpiti alla testa. Gli ultras accoltellati sono stati tutti portati in codice rosso all’ospedale San Carlo. Il più grave, 28 anni, colpito all’addome, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Da quanto si è saputo non sarebbe in pericolo di vita.

La polizia ha poi fermato sei tifosi dell’Ajax. I primi tre arrestati sono stati bloccati mentre tentavano di rapinare un chiosco nella zona di Piazzale Lotto, adiacente allo stadio Meazza, mentre gli altri tre sono stati bloccati mentre tentavano di superare i cancelli dello stadio cercando di eludere con violenza i controlli ai varchi. Un altro tifoso, sempre olandese, è stato indagato in stato di libertà. Non è escluso che nelle prossime ore altri ultras possano essere indagati o arrestati e anche nelle file milaniste.

Ma gli scontri di San Siro sono stati solo l’ultimo episodio di una giornata di tensione. Intorno a mezzogiorno, il pullman su cui viaggiavano alcuni ultras dell’Ajax era bloccato a piazzale Loreto dalla manifestazione del Movimento dei Forconi. Spazientiti dall’attesa, i tifosi sono scesi dal mezzo e hanno lanciato lattine all’indirizzo dei dimostranti per poi passare alle mani. La polizia è intervenuta per sedare i tafferugli e gli ultras si sono dileguati. La questura ha poi precisato che i tafferugli non hanno provocato feriti, ad eccezione di un manifestante che ha riportato una contusione a un braccio e di qualche graffio o ecchimosi per alcuni altri. Nessuno di essi comunque ha avuto bisogno di ricorrere a cure mediche. 

Poi, altri momenti di tensione si sono registrati intorno alle 16 in piazza Duomo, dove si erano dati appuntamento circa 300 tifosi olandesi che hanno iniziato a girare per le vie del centro di Milano. Si sono creati quindi due gruppi. Alcuni ultras olandesi si sono diretti verso via Moscova e lungo il percorso hanno danneggiato i vetri di una fermata dei mezzi pubblici. L’altro gruppo è andato verso la stazione Centrale e da qui ha preso la metropolitana in direzione di piazzale Lotto dove si sono scontrati con i milanisti.