La bella addormentata gay, in uno spettacolo per bambini a Bologna, ha fatto infuriare alcuni esponenti del Pdl. Si tratta de ‘La Bella Rosaspina addormentata’, della Compagnia Sud Costa Occidentale che andrà in scena al teatro Testoni. ”Vi racconto una storia – scrive, polemica, Valentina Castaldini, consigliera comunale del Pdl – la storia del teatro Testoni, un teatro, così dicono loro, per le famiglie e i bambini di questa città, il Teatro usufruisce di un immobile concesso in comodato d’uso gratuito e di una convenzione di 810.000 euro per tre anni. Soldi nostri insomma, usati, si spera, per dare una offerta aperta a tutti, bella, significativa e soprattutto educativa”.

La consigliera si scaglia contro lo spettacolo definendolo non formativo per i più piccoli: “Mi si spieghi allora la scelta di mettere in scena uno spettacolo per bambini dai 7 anni in su dal titolo la bella Rosaspina, addormentata, che svegliandosi dal sonno dopo lungo tempo, si innamora di un principe del suo stesso sesso. La critica lo definisce un affresco nero e grottesco ma qui di grottesco c’è solo il tentativo di strumentalizzare i bambini, fatelo ma non con i miei soldi”. Marco Lisei, ha rincarato la dose: ”l’obiettivo e’ demolire l’istituto della famiglia intenso in senso tradizionale. Così non avremo più principi e principesse, ma nobile 1 e nobile 2”.