Voglia di staccare dal tran tran quotidiano ed avventurarvi in un emozionante viaggio attraversando paesaggi panoramici unici e memorabili?

Nella vicinissima Svizzera un unico biglietto vi permette di viaggiare praticamente ovunque. Con lo Swiss Pass potrete scoprire la Svizzera a bordo di un treno panoramico o ancora dalla coperta di un elegante battello a vapore.

Si può dire senza esagerare che qualsiasi angolo, anche più remoto, della Svizzera sia coperto dalla rete di trasporti che sia ferroviaria, stradale o lacustre, formando una rete davvero capillare.

Conoscendo l’organizzazione dei nostri vicini poi, una volta a bordo non dovrete pensare più a nulla. I viaggi sono confortevoli e i mezzi pubblici funzionano come gli ingranaggi di un orologio (svizzero ovviamente!). Attenzione però, c’è un unico rischio, quello di assuefazione (proprio come con una tavoletta del famoso cioccolato d’oltralpe)!

Goldenpass (Montreux-Zweisimme-Interlaken-Lucerna)

bernina-expressIl mio viaggio panoramico alla scoperta della svizzera autentica comincia da Montreux, ad appena un’ora di treno da Ginevra. Lì parte la linea Goldenpass, la prima tratta panoramica al mondo, uno spettacolo meraviglioso attraverso 6 laghi, 6 cantoni e 3 valichi per un’escursione indimenticabile.

Immaginate di poter esplorare la svizzera dalla prospettiva del macchinista. Stare in testa al treno e ammirare la vista meravigliosa (video). Ciò è realtà sulla Goldenpass tra Montreux e Zweisimmen. Ma il viaggio del primo treno panoramico al mondo non termina qui. Con un cambio si prosegue nella splendida vallata Simmental alla volta di Interlaken. Qui, in attesa dell’ultimo treno potrete passeggiare tra i laghi di Briez e Thun (il nome del paese deriva proprio dalla sua particolare posizione geografica) e ammirare lo splendido Jungrauch dopodiché proseguire sempre in Goldenpass in treno attraverso il Passo del Brunig fino a Lucerna. Arrivati in città avrete l’impressione di scendere da una nuvola, questa infatti è stata la sensazione dopo una giornata immerso tra valli incontaminate e paesaggi da sogno, con le persone che si girano a salutare i passeggeri del treno con una sorprendente e piacevole genuinità.

Wilhelm telle express (Lucerna-Fluelen-Lugano)

WILHELMTELL-battelloLucerna non è solo il punto d’arrivo di una splendida tratta ferroviaria panoramica ma anche l’inizio di una nuova: il Wilhelm Tell Express. Si parte dal lago dei quattro cantoni in un’elegante battello a vapore, questa è in effetti la migliore opportunità per recarsi nell’assolato Ticino partendo dall’incantevole Lucerna.

Salendo a bordo non potrete non essere attratti dall’impressionante movimento dei pistoni della sala macchine. Una volta comodi sarete immersi tra dolci colline, insenature uniche, in un viaggio pieno di storia sulle tracce dell’eroe nazionale svizzero Guglielmo Tell attraversando il cuore storico della Svizzera.

Il battello passa infatti davanti al prato del Gruetli dove nel 1291 avvenne il giuramento che fece da battesimo alla Confederazione o ancora davanti la graziosa cappella del 1388 dove Guglielmo Tell si rifugiò saltando dalla barca del prefetto Gessler.

In due ore e mezza attraverserete il lago dei quattro cantoni arrivando a Fluelen grazie al comodissimo piroscafo dove tra una portata e l’altra nella sala superiore potrete godervi il rilassante paesaggio lacustre.

Si prosegue poi in treno sulla storica linea del San Gottardo via Bellinzona e continuando poi per Lugano. Il Guglielmo Tell Express vi accoglierà con sedie panoramiche girevoli a 360° gradi per apprezzare al meglio le sue tratte suggestive e monitor che vi illustreranno le particolarità ingegneristiche della tratta come ad esempio i percorsi elicoidali (necessari considerata la pendenza fino al 27 per mille). Proprio questi permetteranno ad un’osservatore attento di notare la chiesetta di Wassen per ben tre volte, sempre da una prospettiva differente.

Poco prima di Goeschenen sulla sinistra non potrà sfuggirvi la mitica “roccia del diavolo” (che la leggenda vuole scagliata dal diavolo per distruggere il ponte costruito dagli urani). Si continua poi per Airolo, la stazione ferroviaria più alta della rete Ffs, a 1142 metri sul mare. Proseguendo con con spettacolari gallerie elicoidali fino a sentire l’atmosfera del sud a Giornico, in Ticino. Si intravedono i castelli e le fortificazioni di Bellinzona (patrimonio Unesco) per poi proseguire alla volta di Lugano (o, in alternativa, Locarno) non prima di aver ricevuto dal gentilissimo staff di bordo, la famosa mela di Tell..

Lugano

La più grande città del Ticino vi accoglierà con il suo clima temperato e il sole che non manca quasi mai. L’atmosfera mediterranea, la lingua, l’architettura dei palazzi vi faranno sentire come a casa. Lugano, con i suoi 60mila abitanti, è una cittadina a misura d’uomo.

La visita può cominciare con uno dei gioielli della città: la splendida Chiesa Santa Maria degli Angioli, la più antica della città con affreschi di Luini. Proseguendo poi per il centro storico pedonale che vi accoglie con l’elegante Via Nassa e Via Pessina ( “reti” e “pescivendola”, che richiamano al passato di questa zona), i portici tipicamente italiani sotto i quali l’occhio verrà tra l’altro attirato dalla storica “Charcuterie” Gabbani con i suoi insaccati appesi dove è tra l’altro possibile degustare anche dolci, come la tradizionale e deliziosa “Torta di Pane” che potrete finire di assaporare in Piazza Cioccaro (da ciocché, le campane che una volta “circondavano” la piazza) e lo storico ed elegante palazzo Riva.

Piazza Dante, luogo di ritrovo dei giovani (ma non solo) cuore pulsante della città e di relax con le sue terrazze, la Chiesa di San Rocco in stile barocco costruita in seguito alle epidemie di peste del 1500. In Piazza Indipendenza vi troverete davanti l’imponente opera dello scultore contemporaneo polacco Igor Mitoraj, la testa di Eros bendato, prima di arrivare al lungo-lago è d’obbligo una passeggiata nel verdeggiante parco pubblico al cui interno è presente la splendida villa ottocentesca una volta proprietà dei fratelli Ciani che ospitò grandi personaggi del risorgimento italiani tra cui lo stesso Giuseppe Mazzini.

Di ritorno dal Parco, non potete perdere l’elegante Piazza della Riforma, con il suo charme e le sue terrazze, è il vero salotto salotto della città ticinese.

Che voi cerchiate musei, arte, shopping, un caffè in terrazza o il relax di un parco con giardini fioriti (approfittando o meno del wifi pubblico e gratuito messo a disposizione in tutta la città) in un clima mite e dolce Lugano è decisamente la città che fa per voi!

Bernina express (Lugano-Tirano-Coira)

Dopo aver apprezzato Lugano il viaggio panoramico procede con il Bernina Express, la tratta ferroviaria più alta delle alpi che collega sud e nord in modo spettacolare. “Il modo più avvincente per scoprire le Alpi”. Dal paradiso delle palme italiane e il verde intenso mediterraneo fino al blu profondo dei luccicanti ghiacciai di alta montagna. Il trenino rosso unisce le montagne alla gioia di vivere del sud con 122 km, 55 gallerie e 196 ponti. L’escursione comincia con il comodissimo autobus da Lugano a Tirano (Sondrio). Un passaggio in Italia costeggiando prima il lago Ceresio e poi quello di Como con i suoi suggestivi paesini, percorrendo i vigneti della Valtellina per arrivare a Tirano prima di proseguire in treno.

Il Bernina Expressvi permetterà di valicare le alpi in un patrimonio Unesco tra impressionanti viadotti (come quello elicoidale di Brusio), magnifici laghi (quale quello Bianco, immerso in uno splendido paesaggio alpino) e i ben 2.253 metri d’altezza del passo Bernina (che ne fanno il punto più alto della ferrovia retica). Vedrete il Bernina Express affrontare con disinvoltura una pendenza del 70 per mille. Proverete l’emozione di essere sull’unica tratta ferroviaria che attraversa le alpi a cielo aperto. Dopo aver raggiunto “la cima” si scende poi attraversando la magnifica Valle Engadina, nel Canton Grigioni, tra tunnel a spirale, e pareti rocciose a picco e concludere in bellezza, prima di arrivare a Coira, nello stupendo panorama della regione degli Stambecchi, con la più alta densità di castelli e fortezze d’Europa.

Coira

La città più antica della Svizzera. Già 11mila anni prima di Cristo i cacciatori preistorici erano soliti transitare per Coira come dimostrano i reperti archeologici ritrovati. Con le sue bellezze culturali tra cui la cattedrale vecchia di 800 anni Coira è il punto di arrivo di una delle più belle avventure ferroviarie e punto di partenza delle ferrovie retiche.

Il centro è pedonale, ed è possibile fare il giro della città anche con audio guide in italiano.

Nonostante la posizione alpina la principale città dei Grigioni è tra le più miti della Svizzera (grazie al Fohn, vento caldo e secco). Passeggiando si potranno apprezzare le aree verdi che occupano la metà della superficie cittadina. Vi colpiranno il fascino della città vecchia con gli storici palazzi medievali tra cui quelli sedi delle corporazioni, il maestoso ed imponente castello vescovile, la cattedrale di Sankt Maria Himmelfahrt, la piazza di San Martino che ospita la chiesa omonima, il “buco dell’orso” (proprio dietro la graziosa Piazza Arcas) un posto incantevole in un cortile interno tra i pochi sopravvissuti ai due terribili incendi che rasero al suolo la città nel XV e XVI secolo.

I suoi numerosi ristoranti (se ne contano più di 130) danno il polso della passione per il cibo dei suoi abitanti (dal ristorante gourmet al tipico locale rustico grigionese) e ne fanno la città svizzera con la più alta concentrazione di locali. Potrete assaggiare le tante specialità culinarie: dal Beinwurst ai tipici Maluns, Capuns senza tralasciare i gustosi Pizokels e per finire con il Roteli (liquore a base delle caratteristiche ciliege nere dei grigioni)

Anche chi preferisce una visita culturale è accontentato, Coira ospita infatti i tre maggiori musei del cantone dei Grigioni.

Glacier express (Davos/St Moritz-Coira-Zermatt)

Dopo un week-end nel vicinissimo Liechtenstein (seguirà a breve post anche su questo viaggio) il viaggio panoramico attraverso la Svizzera prosegue con il Glacier Express: il treno panoramico più famoso ma anche “il rapido più lento del mondo”. Le sue carrozze panoramiche in vetro permettono di ammirare scorci unici e vi consente di percorrere la svizzera da Ovest ad Est in otto ore attraversando paesaggi incontaminati, valli meravigliose e ben 91 tunnel.

Sul treno si mangia da re, le pietanze (dall’antipasto al dolce) vengono preparate fresche a bordo e servite direttamente al posto.

L’emozionante viaggio termina a Zermatt, 1600 metri d’altezza, dove potrete ammirare il maestoso Cervino, la montagna più fotografata del mondo (non a caso).

Guarda tutte le foto del viaggio panoramico attraverso la Svizzera

Info utili

Dove dormire

Lucerna: Ostello della gioventù

Lugano: Hotel International au Lac

Coira: Hotel Stern

Zermatt: Ostello della gioventù