Decano della fotografia, maestro del reportage in bianco e nero, ha reso immortali con i suoi scatti James Dean, Marilyn Monroe, Frank Sinatra, Louis Armstrong, Ella Fitzgerald. È stato anche fotografo del presidente John Kennedy. Ma prima di tutto questo Phil Stern è entrato nella Storia per aver documentato con le sue fotogragie lo sbarco in Sicilia delle truppe Usa. E a 70 anni da quei giorni il fotografo ritorna in Sicilia ad Acireale (Catania) perché dal 10 luglio all’8 settembre 2013 saranno in mostra “Phil Stern. Sicily 1943” e mercoledì nella sede della Galleria del Credito Siciliano di Acireale saranno presentate, in prima mondiale, gli scatti di quei giorni.

“In Sicilia Stern sbarca con i Rangers, a Licata, e durante l’avanzata fotografa la guerra, i morti, i feriti, la sofferenza della popolazione civile. Nei brevi momenti di relax fotografa anche la gente dell’isola e si fa immortalare tra loro, inebriato dalla calorosa accoglienza. È attratto dal mondo contadino e dalla generosità dei siciliani, ai quali riesce a rapire dei rari sorrisi. Le fotografie di Phil Stern scattate in Sicilia – si legge nella nota di presentazione della mostra a cura di Ezio Costanzo – sono per la maggior parte inedite. Molti fotogrammi non sono stati mai stampati. Per questa ragione la mostra fotografica del grande autore americano riveste una notevole valenza, sia nell’ambito prettamente artistico-fotografico, sia nell’ambito storico: dagli scatti di Stern, infatti, emerge con forza la rilevante capacità di restituzione di una parte di memoria altrimenti destinata all’oblio”.