Se la frittura è il vostro credo, fatevi avanti! Estimatori della cotoletta, amanti della pastella, fan delle pucce, questa è la sfida che fa per voi. Dimenticate Masterchef e i cuochi stellati col broncio, al concorso di cucina dozzinale “Fornelli Indecisi” si gareggia, ma col sorriso sulle labbra. Nata tre anni fa dalla passione dell’omonimo gruppo su Facebook, anche nel 2013 non poteva mancare all’appuntamento. Nessun limite di età, razza, religione, bastano solo la dedizione per la cucina e la voglia di condividere i propri segreti. La cucina dozzinale non è di mediocre qualità ma è una cucina semplice, fatta con ingredienti che si trovano in casa, basata sulle ricette tramandate dalle nostre nonne o frutto dell’improvvisazione del momento. Nelle prime due edizioni oltre 150 persone (dai 18 ai 90 anni) provenienti da tutta Italia hanno partecipato a questo concorso con l’unico obiettivo di divertirsi.

Se volete partecipare, affrettatevi: per le iscrizioni c’è tempo sino al 15 marzo. Ogni candidato dovrà mandare una mail compilando l’apposito formulario a cucina@fornellindecisi.it con una ricetta di cucina dozzinale, con ingredienti e modalità di preparazione, una breve scheda di presentazione del candidato, un testo (massimo 3000 battute) che illustri la ricetta, le sensazioni che il candidato prova e le motivazioni che hanno portato alla sua scelta, e una foto che immortali il partecipante con il piatto appena sfornato e allestito. Ogni candidato potrà partecipare ad una sola delle quattro categorie previste: antipasti (di mare o di terra); primi piatti (caldi o freddi); secondi piatti con contorno; dolci.

Nella prima fase di selezione la giuria, dopo una rigida scelta che terrà conto della ricetta, del testo e della foto, decreterà sei piatti finalisti per ciascuna categoria. Nella seconda fase, queste ventiquattro prelibatezze parteciperanno alle controverse “Primarie del centrotavola” e verranno votate direttamente dal pubblico via Facebook e via mail. Le tre ricette selezionate per ciascuna categoria si sfideranno nella finalissima del 5 maggio alla Masseria Ospitale di Torre Chianca. Qui i novelli cuochi dovranno cucinare la propria ricetta aiutati dallo chef e farla assaggiare ad una giuria composta da esperti e da persone selezionate nel pubblico. Oltre alla festa in masseria, ai vincitori andranno onori e ricchi premi, rigorosamente in materie prime.

www.puntarellarossa.it