“Papa Benedetto XVI ha fatto molte cose per gli esorcisti, a cominciare dalla stesura del catechismo della Chiesa cattolica e per aver consentito a noi esorcisti di poter amministrare il sacramentale dell’esorcismo non solo a persone che subiscono la possessione diabolica ma anche su quelle persone che subiscono disturbi diabolici, come la vessazione e l’infestazione diabolica”.

E’ quanto ha affermato padre Gabriele Amorth, presidente emerito dell’Associazione Internazionale degli Esorcisti, che domani sera sarà ospite in studio dello speciale della trasmissione “Vade Retro” su TV2000 (emittente dei vescovi italiani) dedicato a Benedetto XVI. La puntata avrà come titolo: “Joseph Ratzinger e il Diavolo. Storia e controstoria di un pontificato all’insegna della battaglia contro il maligno”.

Il modenese Padre Amorth è il più importante esorcista italiano in attività, legato alla Diocesi di Roma. Nella sua carriera professionale, cioè da quanto il cardinale Poletti della Sacra Rota lo ha nominato, ha compiuto più di 70 mila esorcismi. Recente la polemica ospitata sulle pagine del fattoquotidiano.it sulla malvagità di attività fisiche come lo yoga e il maligno che si cela dietro a film come Harry Potter.