Necessitano politici onesti. Ma anche bravi e creativi. L’economia senza fantasia non va.

Certo, di fronte a schiere di ladri e tagliagole un politico come Monti, che è sobrio e mette la moglie a cucinare per il pranzo di Capodanno, sembra un gigante.
Ma non possiamo pensare di uscire dal tracollo solo grazie a persone che hanno il merito di non indossare maschere da maiali.
Serve di più.

Qualche cosa di creativo anche Monti lo ha fatto: spegnere in parte i lampioni italiani di notte. Sembra poco ma si risparmiano milioni di euro. Dopo anni che lo ripetiamo in molti ho provato una certa soddisfazione…

Ma in questo momento né il governo Monti né i partiti mi sembrano avere molte idee nuove.
Ad esempio, perché non stabilire che tutte le amministrazioni pubbliche devono sostituire le lampadine lungo le strade montandone ad alta efficienza energetica? E anche montare caldaie ad alta efficienza e termostati sarebbe sensato. A Padova con il professor Fauri dell’Università di Trento, abbiamo fatto risparmiare al comune 1,5 milioni di euro all’anno. E il successo dell’innovazione è stato pure sancito dal premio EnergyMed 2007.
Una tale azione farebbe risparmiare circa 350 milioni di euro se fosse applicata a livello nazionale.
Ma l’ammontare dello sperpero energetico degli enti pubblici è, secondo i calcoli di Fauri, almeno di 60 miliardi all’anno.

Ma anche le spese della sanità potrebbero essere tagliate in maniera creativa, migliorando contemporaneamente la qualità delle cure.
È risaputo che l’effetto placebo cura efficacemente fino al 50% dei malati con patologie non gravissime. E infinite ricerche dimostrano che la somministrazione di medicine sbagliate crea disastri e costi. Perché i medici di base non hanno l’obbligo di prescrivere farmaci finti mentre aspettano i risultati delle analisi?
Sarebbe di per sé sensato… Ma quante volte il medico al telefono ti ha prescritto invece un antibiotico?
Può sembrare un’idea assurda ma in Germania è praticata da anni. E in farmacia trovi tutti i tipi possibili di medicamenti placebo: pasticche di diversi colori, supposte, iniezioni, spray, gocce, sciroppi…

E perché non rendere obbligatoria ovunque l’uso del Pedibus?
I bambini che non abitano troppo lontano dalla scuola, quando c’è bel tempo, vengono prelevati alla fermata del pulmino dall’autista, senza pulmino. Vanno a scuola a piedi accompagnati dall’autista.
Il comune risparmia la benzina, e i bambini e l’autista ci guadagnano in salute. E diminuiscono le spese sanitarie e le preoccupazioni delle mamme.

Se nelle scuole si facesse educazione al benessere, potremmo insegnare a prendere medicine solo se veramente necessario.
Informare le persone sulla qualità dei cibi, sulla necessità di mangiare in modo moderato e magari masticare ogni boccone…
Nel Terzo Mondo ogni anno muoiono di fame 10 milioni di persone. Una vergogna orribile per tutto il genere umano.
Ma è stupefacente il fatto che muoiano molte più persone ogni anno perché hanno mangiato troppo.

E com’è possibile che la scuola non insegni nulla sulla corretta respirazione e l’importanza di muovere il diaframma in modo naturale? (Il corretto movimento del diaframma e facilissimo da imparare e se il diaframma si muove fa muovere tutti gli organi interni producendo un massaggio benefico, vedi www.tuttorespiro.it del grandissimo Massimo Valente, in arte osteopata).
E quali inauditi vantaggi otterremmo se si insegnasse a scuola che i massaggi fanno bene?
La sera in famiglia, massaggiare il piede della persona che ami mentre guardi la tv non danneggia la visione del film, è gratis, e fa bene alla salute del massaggiato e del massaggiatore…

E non dovrebbe un governo che volesse risollevare l’economia puntare a un maggior dinamismo delle imprese e a una maggior produttività?
E non è forse vero che ottimismo, ilarità e voglia di vivere sono stati emotivi che galvanizzano l’intraprendenza?
Perché allora Monti e Bersani non ci parlano d’amore?

Ad esempio, sarebbe interessante se un partito lanciasse una campagna di propaganda sui neuroni a specchio. Ogni volta che vedi qualcuno sorridere, grazie a questi neuroni, dentro la tua testa, si attivano le stesse aree del cervello che attivi quando sorridi tu. Per questo fare un regalo dà tanto piacere.
Una cosa magica!
E per giunta il benessere che fare un regalo determina provoca un vistoso aumento dell’efficienza del sistema immunitario.
Regalare è una medicina per il mal di pancia!!! Dimostrare il proprio amore per gli altri con un regalo fa bene alla salute.

E forse i pretendenti al governo del Paese potrebbero anche occuparsi di aiutare i cittadini a non buttare via i soldi mettendo a rischio la propria vita.
Secondo il sito eurointasca.it ogni anno in Italia una famiglia spende mediamente dai 70 ai 120 euro in disinfettanti domestici.  Fermateli! A meno che non vi siano rarissime patologie, disinfettare i pavimenti e le piastrelle è una cattiveria! Sterminate miliardi di batteri che in stragrande maggioranza vi vogliono veramente bene. In una casa pulita con normale sapone per pavimenti e piastrelle, o, ancor meglio con acqua e aceto o bicarbonato sono presenti miliardi di batteri nostri amici che dalla mattina alla sera fanno fuori i batteri cattivi. Una casa sana non è una casa sterilizzata.

E anche sulla nostra pelle vivono miliardi di batteri amici. E ci amano incommensurabilmente. Lavarsi certamente è utile, ma non usare il napalm, non sterminare la fauna batterica, anche lei ha un’anima e oltretutto ti salva ogni giorno da centinaia di tentativi di invasione imperialista. Solo se il tuo esercito batterico fallisce entra in azione il sistema immunitario…
Sterilizzare la casa e il proprio corpo è costoso, faticoso e danneggia gravemente la salute.
Monti, lo vuoi dire o no?