Gli unici paletti sono quelli “della governabilità e dei collegi”, ma “siamo disposti a ragionare”. La priorità, però, è la legge elettorale che “va fatta subitissimo”. Pierluigi Bersani ritorna a parlarne nel giorno in cui anche il segretario del Pdl Angelino Alfano ha ribadito la necessità di tornare alle urne nel 2013, evitando le elezioni anticipate e soprattutto senza Porcellum. “Noi ci presentiamo in modo assolutamente flessibile. Il problema non è quale riforma si fa, ma se si vuol fare. Questo è il punto”, ha detto il segretario dei democratici.

 Bersani ha poi assicurato di essere pronto a incontrare Alfano e Casini, con cui al momento non ci sono stati faccia a faccia. “Oggi non ci siamo visti”, ha riferito, “sono disposto a tutto, però, quando si chiude”. Per questo, ha concluso “attendiamo notizie”.