“Per evitare continue smentite invito il signor Volpe Pasini a non rilasciare dichiarazioni che possano prestarsi ad equivoci sui suoi rapporti con me”. Il Cavaliere non ha gradito le esternazioni al Fatto dell’imprenditore friulano e ha preso carta e penna per diffondere la smentita. “Leggo anche oggi dichiarazioni del signor Volpe Pasini che interpreta il mio pensiero ed il progetto politico del Pdl. La cosa, già grave in sé, è resa inverosimile dalle qualificazioni attribuite dai giornali al signor Volpe Pasini nel rapporto con me: oggi guru, ieri consulente politico, ieri l’altro mio consigliere”.

Comunque Silvio Berlusconi non smentisce di avere conosciuto Pasini: “Chiarisco una volta per tutte che ho avuto modo di incontrare il signor Volpe Pasini nella sua qualità di amico di Vittorio Sgarbi“. Il fondatore del Pdl poi non smentisce nemmeno che i colloqui avessero finalità politiche: “Ho incontrato Volpe Pasini quando lo stesso Sgarbi si è fatto accompagnare ad alcune cene a casa mia da lui e altri imprenditori, tutti insieme per illustrarmi un loro progetto politico”. Su quella proposta politica però, assicura l’ex premier, “non ho comunque promesso alcuna collaborazione”.